Mentre in Svizzera si prosperava col federalismo, a Milano Bava Beccaris sparava sugli operai

24 Giugno 2023
Lettura 1 min

di Roberto Gremmo – Il socialista lucano Ettore Ciccotti è stato uno dei primi in Italia a scoprire il valore del federalismo, nella sua concreta realizzazione in Svizzera.

Il suo libro “Attraverso la Svizzera” pubblicato a Napoli nel 1899 esalta apertamente il sistema politico basato sui referendum con “un effetto educativo straordinario”, la mancanza d’una vera e propria forza armata “eliminando dalla vita sociale un possibile elemento di prepotenza”, ma soprattutto la varietà cantonale delle leggi, basate sul riconoscimento preventivo delle varie comunità.

La conclusione di Ciccotti è perentoria: “In Isvizzera nella libera stampa e nell’esercizio di ogni libertà civile, nell’organizzazione cantonale e nello Stato federale si è venuto a costituire tutto un ingranaggio, che, utilizzando gli stessi attriti, moltiplica le energie e induce dei freni, procurando molti de’ benefici della cooperazione sociale e garantendo certi diritti indispensabili, sottratti alle soverchierie de’ partiti”.

E questo lo scriveva negli anni in cui a Milano il feroce Bava faceva sparare agli operai.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Via libera all’Agrisolare. Gadda: Settore agricolo protagonista della transizione energetica

Prossimo Servizio

Se gli psicologi non possono cambiare i cattivi maestri della politica. I preti, invece…

Ultime notizie su Cronaca

Perquisita Fondazione Olimpiadi Milano-Cortina

 Tre affidamenti “opachi” in cambio di soldi e un’auto, il sospetto su altre procedure adottate per la scelta di fornitori e sponsor in campo digitale e per alcune assunzioni di dipendenti della
TornaSu

Don't Miss