La Musica proibita cantata da Caruso

Lettura 1 min

di Marcus Dardi – Siamo nel 1881 e un giovane musicista torinese, allora ventenne, di nome Stanislao Gastaldon, scrisse una romanza che non solo gli diede un’immediata visibilità e successo, ma che divenne una delle più celebri romanze cantate da tutti i più grandi interpreti del genere.

Questo brano si intitola “Musica Proibita” e fu cantato per la prima volta da Enrico Caruso.

È una classica romanza da salotto. Si dice “romanza da salotto” perché quelli erano brani musicali per voce e pianoforte facilmente riproducibili in un salotto e pensati proprio per essere eseguiti senza orchestra.

Vi era la necessità crescente, alla fine dell’800, di ascoltare delle arie liriche a sé stanti dall’opera lirica, come forma di intrattenimento colto.

Le romanze da salotto riuscirono pienamente a soddisfare questa necessità.

I primi compositori ed autori erano tutti parolieri e musicisti provenienti dal mondo della lirica.

Musica Proibita è una melodica serenata cantata e ricantata da tantissimi tenori e baritoni di ogni tempo. Fa parte del repertorio di studio di tutti gli aspiranti cantanti lirici. Viene cantata, ma raramente, anche come duetto. Nadine & Marcus la eseguono in duetto.

Video: https://www.youtube.com/watch?v=8cLjHEajhOs&t=2s

Servizio Precedente

1997, non solo Serenissimi. Quando la Chiesa del Nordest scrisse: Saliamo sul Campanile! Quel documento che apriva all'autonomia

Prossimo Servizio

Il sindaco coraggio, Danilo Centrella (che si taglia lo stipendio): "Oltre il no ai test, non volevano neppure disinfettassi le strade! Vi spiego come, senza seguire Regione Lombardia, ho fermato i contagi"

Ultime notizie su Storia e Territorio