Mattinata, la coppia Leoncavallo-Caruso che ha fatto storia

Lettura 1 min

di Marcus Dardi – Scritta e musicata da Leoncavallo nel 1904, Mattinata è una delle più famose romanze da salotto.

Le romanze sono delle composizioni musicali, per sola voce e accompagnamento al piano, nate nel XVIII secolo in Francia per le esibizioni nei salotti privati della nobiltà.

Non presentano grosse difficoltà di esecuzione né per la voce né per il piano o per l’accompagnamento essenziale anche con archi. Per la voce però le romanze venivano sempre eseguite da cantanti di estrazione lirica.

Celebri compositori di romanze furono Francesco Paolo Tosti, Ruggero Leoncavallo e Stanislao Gastandon. E poi numerosissimi altri.

Il primo interprete e la prima registrazione di Mattinata fu affidata alla voce di Enrico Caruso. Caruso la registrò a Milano l’8 aprile 1904 con lo stesso Leoncavallo al pianoforte.

Fu cantata poi da tutti i più grandi tenori.

La canzone moderna, ma quella con il belcanto e una bella melodia, deriva proprio dalle romanze di salottto.

TESTO
L’aurora di bianco vestita
Già l’uscio dischiude al gran sol;
Di già con le rosee sue dita
Carezza de’ fiori lo stuol!

Commosso da un fremito arcano
Intorno il creato già par;
E tu non ti desti, ed invano
Mi sto qui dolente a cantar.

Metti anche tu la veste bianca
E schiudi l’uscio al tuo cantor!
Ove non sei la luce manca;
Ove tu sei nasce l’amor.

Servizio Precedente

Covid - Rivolta medici, bonus anche chi era in ferie. E il sindacato: assessorati Piemonte e Veneto danno i fondi del governo procapite a pioggia

Prossimo Servizio

Matteo, stai Serenissimo

Ultime notizie su Storia e Territorio