I federalisti europei e l’Ue dopo il Trattato del Quirinale

Lettura 1 min

A distanza di sette mesi dall’avvio della Conferenza sul futuro dell’Europa, quando ormai iniziano a delinearsi le criticità, ma anche le potenzialità di questo esperimento democratico, i federalisti europei propongono un secondo incontro con i rappresentanti italiani nella Conferenza e con l’Intergruppo parlamentare per l’Europa, per fare il punto sui lavori e confrontarsi sui possibili sviluppi.

In particolare, in queste ultime settimane (in cui sta anche sviluppandosi la campagna di informazione e mobilitazione sulla Conferenza da parte del Governo), le posizioni europee del nuovo Governo tedesco e gli impegni assunti dall’Italia e dalla Francia con la firma del Trattato del Quirinale sembrano indicare una rinnovata volontà di cogliere il momento storico per riformare l’Unione europea, aprendo così nuove opportunità che devono essere valutate e colte.

L’incontro che si è svolto ieri, moderato e introdotto dal Movimento federalista europeo, ha visto gli interventi di parlamentari europei e nazionali di varie forze politiche membri della Plenaria della Conferenza, del presidente del Consiglio regionale del Veneto che nella Plenaria – rappresentante nella Plenaria per il Comitato europeo delle regioni -, dei Presidenti delle Commissioni per le Politiche dell’Unione Europea del Senato e della Camera, dei membri dell’Intergruppo parlamentare per l’Europa di Senato e Camera e di esponenti federalisti. Concluderà i lavori il Segretario generale della Gioventù Federalista Europea, a ricordare anche che il 25 % dei membri della Conferenza è formato da giovani.

Molti i temi toccati per mettere a fuoco le riforme più urgenti e cruciali per rendere l’Europa un attore politico autorevole, internamente ed esternamente, e per rafforzare la democrazia europea.

Servizio Precedente

Tridico e la buona novella: Giovani, andrete in pensione almeno a 70 anni

Prossimo Servizio

Tamponi ai vaccinati in arrivo dai paesi Ue. Scoppia la polemica. Anche l’Europa contesta l’Italia

Ultime notizie su Cultura