Quando ti accorgi di avere un virus di serie A e uno di serie B

/
Lettura 1 min

di Riccardo Rocchesso – Un’immagine clamorosamente efficace per capire come venga utilizzata la comunicazione dalle principali testate nazionali in questo tempo a seconda dell’esigenza immediata di palazzo.

Come condannare ed osannare certe situazioni, utilizzando come discriminatore uno scientismo che ha più del politico che del pratico certe volte.

Un sentito ringraziamento, per l’ennesima prova, ad alcuni professionisti dell’informazione, che ci hanno fato toccare con mano, ancora una volta, l’ebrezza di essere al 41° posto della classifica mondiale sulla libertà di stampa, dopo paesi come Ghana o Botswana.

Foto collage di Diego Fusaro

Servizio Precedente

Comitato Noidenunceremo- La ricostruzione del disastro, la ricerca della verità

Prossimo Servizio

Dopo Sophia - Missione Irini, nel Mediterraneo contro il traffico d'armi la fregata greca Spetsai

Ultime notizie su Cultura