Dopo Sophia – Missione Irini, nel Mediterraneo contro il traffico d’armi la fregata greca Spetsai

Lettura 4 min

La nave della Marina greca Spetsai si è unita all’Operazione EUNAVFOR MED Irini. Spetsai è una fregata classe MEKO200HN e imbarca un team per l’abbordaggio di navi mercantili e un elicottero tipo Sikorsky S-70B Aegean Hawk. La nave pattuglierà l’area di operazione nel Mediterraneo centrale, assieme ai tre aerei, già messi a disposizione da Germania, Lussemburgo e Polonia.

Sono una ventina i Paesi dell’Unione Europea che hanno aderito, con uomini o mezzi, alla missione Irini, che può contare anche sul supporto delle immagini satellitari fornite dal Centro satellitare dell’Unione europea (SatCen).

Ringrazio la Grecia e gli altri Paesi dell’Unione europea che contribuiscono con uomini e mezzi all’Operazione – dice il Comandante dell’Operazione, Ammiraglio Fabio Agostini – Anche se la missione è nata da poco, ha già dato i primi risultati sia per quanto concerne la raccolta di informazioni sul traffico di armi, che sono state condivise con il Panel of Expert dell’ONU, che per l’effetto deterrente che ha dimostrato nei confronti del contrabbando di petrolio”.

NOTE DI APPROFONDIMENTO

L’Operazione Irini (in greco “pace”) è stata pianificata in pochissimo tempo e lanciata il 31 marzo a seguito di una decisione del Consiglio dell’Unione Europea. Il compito principale è quello di far rispettare l’embargo di armi verso la Libia previsto dalle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Tra i suoi compiti secondari c’è anche il monitoraggio e la raccolta di informazioni sul traffico illegale di petrolio. La missione contribuisce, inoltre, allo smantellamento del traffico di esseri umani e delle attività di contrabbando. Supporta la formazione della Guardia Costiera e Marina libica.

Per saperne di più sulla missione https://www.operationirini.eu/about-us/#mission

Per ulteriori informazioni sugli assetti www.operationirini.eu/media_category/assets

SatCen
Il Centro satellitare dell’UE sostiene il processo decisionale e le azioni dell’Unione Europea nel campo della Politica Estera e di Sicurezza Comune (PESC), in particolare la Politica di Sicurezza e di Difesa Comune (PSDC), comprese le missioni e le operazioni di gestione delle crisi dell’Unione Europea, fornendo prodotti e servizi derivanti dallo sfruttamento degli assetti spaziali e informazioni collaterali, tra cui immagini satellitari e immagini aeree, e servizi correlati. SatCen è un’agenzia decentralizzata dell’UE che opera sotto la supervisione del Comitato Politico e di Sicurezza e della direzione operativa dell’Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza.

NAVE GRECA SPETSAI – CARATTERISTICHE

Lunghezza: 117 m

Larghezza: 14,8 m

Pescaggio: 6 m

Dislocamento: 3.350 t

Velocità massima: 32 kts

Velocità crociera: 20 kts

Propulsione: CODOG (2 Turbine a gas LM2500 & 2 Diesel MTU20V)

HS SPETSAI (F-453) è una fregata classe MEKO200HN, la seconda nave della sua classe al servizio della Marina greca. È stata costruita nei cantieri ellenici di Skaramagkas e messa in servizio nel 1996. Il nome della nave deriva dall’isola di Spetses, che contribuì alla Guerra di Indipendenza Nazionale del 1821 con la sua formidabile flottiglia.

HS SPETSAI è una fregata multiuso. Può operare in un ambiente multi-minaccia ed è in grado di adempiere a tutte le attività richieste nel quadro dell’Operazione EUNAVFOR MED Irini. La nave ha preso parte a numerose operazioni, esercitazioni e attività di addestramento multinazionali e della NATO. Può ospitare un elicottero Sikorsky S-70B Aegean Hawk.Account social:https://www.facebook.com/European-Naval-Force-Mediterranean-Eunavfor-Med-Operation-IRINI-104614667865494https://twitter.com/EUNAVFOR_MEDhttps://www.linkedin.com/company/eunavfor-med-operation-irinihttps://www.youtube.com/channel/UCrY–t75IA43jpKu6mTHuJAhttps://www.flickr.com/people/188291808@N07/

Servizio Precedente

Quando ti accorgi di avere un virus di serie A e uno di serie B

Prossimo Servizio

Le mani della criminalità sulle imprese - Sangalli: aiuti subito o arriva l'usura

Ultime notizie su Cronaca