Lega orgogliosa di non volere corridoi faunistici per gli orsi

2 Luglio 2023
Lettura 1 min

“Il Dreier Lamdtag, la riunione congiunta delle assemblee legislative di Trentino, Alto Adige e Tirolo, ha già detto no ai corridoi faunistici. La decisione è stata motivata dal rischio che comporta la colonizzazione e il popolamento dei plantigradi in tutto l ‘arco alpino”. Lo dice Gianluca Cavada, consigliere della Lega in Provincia di Trento. “È fondamentale scongiurare la colonizzazione degli orsi per diverse ragioni, a partire dalla sicurezza delle persone, degli animali da allevamento e delle attività economiche – aggiunge Cavada -. La presenza diffusa degli orsi potrebbe mettere a repentaglio l’alpeggio e il comparto della zootecnia, nonché l’importante settore turistico di queste zone”. Secondo Cavada “escludendo la questione dei corridoi faunistici, sulla questione dei plantigradi è importante evidenziare che la Provincia di Trento ha già intrapreso azioni concrete per affrontare la questione. È stata attivata una commissione tecnico-scientifica composta da esperti autorevoli che avranno il compito di definire i contenuti di un piano di gestione autonomo dell’orso e di rivedere il Pacobace, il piano d’azione coordinato per l’orso bruno, che talvolta è considerato troppo restrittivo”. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

L’IDENTITA’ NON SI OMOLOGA – A PARIGI BRUCIA LO STATO CHE HA FALLITO, MENTRE AL GIRO DI FRANCIA SI SALVA LA BANDIERA BASCA DI EUSKADI

Prossimo Servizio

Meloni: Proposta Salvini per centrodestra alle europee? Andiamoci piano…

Ultime notizie su Cronaca

Perquisita Fondazione Olimpiadi Milano-Cortina

 Tre affidamenti “opachi” in cambio di soldi e un’auto, il sospetto su altre procedure adottate per la scelta di fornitori e sponsor in campo digitale e per alcune assunzioni di dipendenti della
TornaSu