Aumai, arrestato dalla Finanza il titolare del gigante asiatico dell’abbigliamento. Accusa di frode fiscale

16 Maggio 2024
Lettura 1 min

Il titolare di una serie di punti vendita della catena Aumai shopping residente in provincia di Brescia è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Monza con l’accusa di frode fiscale mediante l’utilizzo di fatture false, per aver evaso oltre 6 milioni di euro di imposte in due anni. Il Gip di Monza ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ai domiciliari è finita una manager della società, e per due collaboratori è stata disposta l’interdizione dalle attività imprenditoriali. Un terzo collaboratore è stato sottoposto al divieto di espatrio. Secondo le indagini delle fiamme gialle, utilizzando venti società cartiere, il gruppo avrebbe organizzato un sistema ‘multi-layered’ di frode nel settore del commercio dell’abbigliamento, strutturato in una rete di società (‘emittenti’, ‘filtro’ e ‘beneficiarie ‘), distribuito su tutto il territorio nazionale e gestito da cittadini cinesi incensurati. Lo scopo era consentire alle società titolari dei supermercati – 14 imprese – di utilizzare false fatture per oltre 20 milioni di euro e di evadere, tra il 2019 ed il 2020, imposte per oltre 6 milioni. Al momento sono in corso perquisizioni e sequestri nelle province di Monza e Brescia.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Nord provincia dell’impero – Il nubifragio ultima tra le notizie, dopo Toti e Fedez. Esondano Lambro e Seveso. Strade come fiumi di fango. Esonda pure l’unica vasca di laminazione … Comuni e metropoli sott’acqua, ma non fa più notizia

Prossimo Servizio

Il balletto del Superbonus

Ultime notizie su Cronaca

Perquisita Fondazione Olimpiadi Milano-Cortina

 Tre affidamenti “opachi” in cambio di soldi e un’auto, il sospetto su altre procedure adottate per la scelta di fornitori e sponsor in campo digitale e per alcune assunzioni di dipendenti della
TornaSu