Puigdemont rilancia la sua candidatura a presidente della Catalogna

14 Maggio 2024
Lettura 1 min

Il leader di Junts,  Puigdemont, ha difeso la sua intenzione di candidarsi per l’investitura come prossimo governatore della Catalogna nonostante il suo partito sia arrivato secondo alle elezioni di domenica, incassando 7 deputati in meno dei socialisti guidati da Salvador Illa. In un post su X, Puigdemont ha ricordato che nel 2006 Artur Mas “vinse le elezioni con sei deputati in più di quanti ne abbia ora il Psc, ma non governato” e che il socialista Jaume Collboni “ha perso le elezioni nel Comune di Barcellona ed è diventato sindaco grazie a un patto con il Pp” e che “Pedro Sanchez ha perso le elezioni spagnole e oggi è ancora in carica governando in minoranza”. Il leader indipendentista ha quindi definito “incoerente e strano” che si critica la sua candidatura all’investitura.

“Tutti hanno il diritto di provare a formare un governo, se ritengono di poter raccogliere il sostegno parlamentare che glielo consente. Squalificarlo fin dall’inizio, soprattutto da parte di chi ha sempre beneficiato di questo gioco e ritiene che criticarlo significa non riconoscere la legittimità del governo che ne deriva, è un errore”, ha affermato.

Il leader indipendentista, in una conferenza stampa dalla Francia, ha annunciato di voler presentare la sua candidatura alla presidenza della Generalitat catalana nel dibattito d’investitura, confermando così l’intenzione di guidare un governo di minoranza in Catalogna . Puigdemont ha affermato che i partiti sovranisti, ovvero il suo più Esquerra Republicana de Catalunya, arrivano insieme a 55 seggi. “Possiamo mettere insieme una maggioranza coerente, non assoluta, ma più ampia di quella del socialista Illa”, ha detto. Puigdemont ha respinto l’ipotesi del tripartito tra socialisti, Comuns Sumar ed Erc e anche quella di un ritorno alle urne. Dopo la proposta di Puigdemont Erc ha però ribadito di voler lavorare “dall’opposizione”, escludendo quindi di entrare a far parte di un governo indipendentista. Anche qualora Erc cambiasse idea e accettasse di appoggiare Puigdemont, il leader di Junts dovrebbe garantirsi l’astensione del Partito dei socialisti di Catalogna , uno scenario decisamente complicato.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Ultimatum Giorgetti sul superbonus

Prossimo Servizio

Zaia il governatore che piace di più. Nonostante Salvini dica di averne dieci come lui per sostituirlo…

Ultime notizie su Politica

Acqua: nel 2023 sparito un litro su cinque

di Gigi Cabrino – La siccità degli anni 2022 e 2023 continua a fare parlare, anche perché se il nord ha conosciuto periodi piovoso negli ultimi mesi non si può dire altrettanto

A Umberto Bossi il premio Rosa Camuna

Mercoledi’ 29 maggio, alle ore 17, a Palazzo Lombardia, in occasione della giornata in cui si celebra la “Festa della Lombardia”, verranno consegnati i ‘Premi Rosa Camuna’. Si tratta della piu’ alta
TornaSu