Veneto, cedono gli argini, crollano i ponti. Centri abitati sott’acqua

17 Maggio 2024
Lettura 1 min

La situazione dovuta al maltempo in Veneto “è critica: siamo ridotti da 48 ore con piogge record, con sfondamenti arginali, allagamenti e tracimazioni”. Non ci gira attorno il presidente del Veneto, Luca Zaia, che alle 11 terrà una conferenza stampa per far il punto della situazione. La Regione, annunciando l’incontro con gli organi di informazione, parla di “grave ondata di maltempo che ha colpito il Veneto, provocando gravi danni in varie parti del territorio”. La Protezione civile del Veneto ha emesso un bollettino alle 7 con un aggiornamento della situazione meteo che indica che nelle ultime sei ore si registra l’assenza di precipitazioni ma diverse situazioni critiche per le precipitazioni intense di ieri sera in quasi tutte le province. Le forti piogge su un arco di tempo ristretto, informa una nota, “hanno comportato estesi e consistenti allagamenti che coinvolgono i centri abitati dei Comuni di Asolo e Castelfranco Veneto”.

Ulteriori allagamenti sono segnalati nei Comuni di Quarto d’Altino, Altivole, Casier, Fonte, Mogliano Veneto. C’è stata la rottura arginale del Muson dei Sassi nel Comune di Camposampiero con la divagazione delle acque verso i territori a est del camposampierese e confinati a sud dall’argine del Muson Vecchio. Si segnalano smottamenti di terreno che ostruiscono la viabilità nell’area pedemontana trevigiana e bellunese. Permangono diffusi allagamenti prevalentemente nelle province di Vicenza e Padova per effetto delle precipitazioni dei due giorni scorsi. 

Le previsioni meteo sul Veneto indicano che nella mattinata precipitazioni in prevalenza assenti, dalle ore centrali invece sarà possibile qualche nuova precipitazione sparsa anche con rovesci o locali temporali specie su zone montane-pedemontane centro-orientali. Nel corso della giornata si avrà il transito dei colmi di piena alle sezioni di pianura-foce di Piave, Livenza, Brenta e Bacchiglione. Il Bisatto ed il Fratta-Gorzone potranno mantenere livelli sostenuti dovuti allo smaltimento delle acque presenti nella rete secondaria. In assenza di precipitazioni le porzioni montane dei corsi d’acqua continueranno a presentare decrementi dei livelli. 

Immagine da frame riprese Local Team

https://www.facebook.com/reel/829557439225648

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Salvini a ruota libera: Servono dighe per trattenere le acque. Vannacci? Sarà il più votato d’Italia. Zaia? Diventerà una risorsa. Toti? Grazie a lui in Liguria salto di qualità

Prossimo Servizio

Ponte Stretto, il Comune di Villa San Giovanni, il più coinvolto dal progetto, manifesta per il NO

Ultime notizie su Veneto

Maltempo, non è finita. Zaia: Non uscite di casa

 Questa mattina c’è stata un’attenuazione dei temporali, ma poi ha ripreso a piovere ei modelli previsionali dicono “che non è ancora finita”: in Veneto è atteso per oggi un nuovo bollettino “importante”

Il Veneto perderà 150mila lavoratori

 Tra il 2021 e il 2030 la popolazione in età lavorativa (15-64 anni) del Veneto è destinata a scendere di oltre 150.000 unità (-4,9%). Nessun’altra regione italiana del Centro-Nord dovrebbe subire una
TornaSu