Si spacca la giunta leghista di Borgosesia. La sorella di Buonanno vs il sindaco Tiramani

Lettura 1 min

di Roberto Gremmo – La sorella del celebre onorevole Buonanno tragicamente scomparso, Emanuela, si e’ clamorosamente dimessa dalla giunta comunale di Borgosesia, la cittadina valsesiana che ha sindaco il deputato leghista Tiramani. A provocare la rottura sarebbe stata la decisione del primo cittadino di revocare alla consigliera la carica di vice-sindaco assegnandola a Fabrizio Bonaccio. In realtà sembra che fra i due esponenti di spicco del leghismo valsesiano, uno plurivotato e primo cittadino e l’altra erede morale del fratello, esistessero da tempo profondi ed insanabili contrasti perché la consigliera dimissionaria ha dichiarato che le posizioni della giunta sarebbero “incompatibili con i valori tracciati dal fratello Gianluca.

In una dichiarazione all’ANSA, Tiramani ha attribuito la rottura a contrasti di carattere personale e non politici perché’, a suo dire, la consigliera ribelle sarebbe stata “mal consigliata dai famigliari che per anni lo avrebbero insultato, sia con messaggi privati che sui social”. Emanuela Buonanno ha dichiarato che resterà in consiglio comunale come consigliere perché la carica le e’ stata assegnata direttamente dai cittadini.

Servizio Precedente

Confcommercio: Partiti pensano al Quirinale ma il Paese reale in crisi sta da un'altra parte

Prossimo Servizio

Vaccinati positivi, liberi tutti senza tampone dopo 5 giorni con terza dose

Ultime notizie su Piemonte