Il giallo sull’ingresso negato ai radicali alle carceri alessandrine

28 Settembre 2023
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Fa discutere il diniego a Filippo Blengino, esponenti dei radicali, all’ accesso le carceri alessandrine; quanto meno curioso il motivo che sarebbe stato addotto dalle autorità penitenziarie , secondo quanto riportato dall’ agenzia alessandrina Radio Gold: il pacifico Blengino risulterebbe schedato come “anarchico”? Sarà vero?
Domenica il vicepresidente del Comitato Nazionale di Radicali Italiani, Filippo Blengino, non ha potuto partecipare all’iniziativa “Devi Vedere“, la visita nelle carceri di Alessandria promossa dagli stessi Radicali. A Blengino sarebbe stato negato l’accesso alla Casa di reclusione San Michele di Alessandria.
Così riporta Radio Gold: “Il Ministro della Giustizia Nordio e quello dell’Interno Piantedosi intervengano nell’immediato. Come Radicali abbiamo sempre portato avanti battaglie in difesa dello Stato di diritto e della legalità. Quando ho deciso di intraprendere gesti di disobbedienza civile, ho sempre fatto tutto alla luce del sole. Se quanto appreso fosse confermato, ci troveremmo di fronte ad una gravissima violazione dei miei diritti su cui i due ministri devono fare luce nell’immediato”.

Credit foto ye-jinghan-T5roX1jajzU-unsplash

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Appello di Castelli ai delusi della Lega: E’ un altro partito, centralista con venature meridionaliste. Ripartire con noi per difendere le ragioni del Nord

Prossimo Servizio

Morte orsa F36, Brambilla: Clima di odio e paura, denuncia in Procura a Trento. Rischio bracconaggio altissimo

Ultime notizie su Piemonte

OTTIMISMO SUL 2024 PER LE IMPRESE PIEMONTESI

di Gigi Cabrino – Sono tendenzialmente positive le sensazioni degli imprenditori per il 2024.Torinoggi.it ha pubblicato i dati di un’ indagine di Unioncamere Piemonte realizzata in collaborazione con alcuni istituti di statistica.
TornaSu