Zaia il governatore che piace di più. Nonostante Salvini dica di averne dieci come lui per sostituirlo…

14 Maggio 2024
Lettura 1 min

 E’ il governatore del Veneto Luca Zaia ( Lega), con il 70 per cento dei consensi, il presidente di Regione più gradito. E’ quanto emerge da una rilevazione Swg, effettuata su un campione di 11.589 maggiorenni residenti in Italia nel periodo 21 febbraio -26 aprile. Zaia resta stabile al primo posto, guadagnando un punto percentuale rispetto allo scorso anno. Nella classifica dell’operato dei presidenti di Regione seguono Massimiliano Fedriga del Friuli Venezia Giulia (Lega) con il 64% e Stefano Bonaccini presidente dell’Emilia Romagna (Pd -centrosinistra) con il 62%. Con il 56 per cento dei consensi il presidente della Campania Vincenzo De Luca (Pd-centrosinistra) ottiene il quarto posto guadagnando sette punti percentuali rispetto al 2023. Fanalino di coda il governatore della Sicilia, Roberto Schifani (Forza Italia) con il 27 per cento dei consensi (guadagnando un punto rispetto al 2023), preceduto da Francesco Rocca, presidente del Lazio (Fratelli d’Italia) con il 29 per cento: un punto percentuale in meno rispetto allo scorso anno. 

Ma a confermare il fossato che divide Salvini dal governatore uscente ci sono le parole del segretario della Lega pronunciate l’altro giorno: “Per il Veneto – ha detto domenica al raduno degli Alpini, “ho già pronti dieci nomi”. Di più: “uno di questi è di una donna”. Piove sul bagnato della Lega in cerca di una identità al di fuori del segretario che voleva poteri forti per sè.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Puigdemont rilancia la sua candidatura a presidente della Catalogna

Prossimo Servizio

La lettera – Pitbull e aggressioni. Dare voce alla maggioranza silenziosa che chiede di fermare la diffusione della razza

Ultime notizie su Veneto

Maltempo, non è finita. Zaia: Non uscite di casa

 Questa mattina c’è stata un’attenuazione dei temporali, ma poi ha ripreso a piovere ei modelli previsionali dicono “che non è ancora finita”: in Veneto è atteso per oggi un nuovo bollettino “importante”

Il Veneto perderà 150mila lavoratori

 Tra il 2021 e il 2030 la popolazione in età lavorativa (15-64 anni) del Veneto è destinata a scendere di oltre 150.000 unità (-4,9%). Nessun’altra regione italiana del Centro-Nord dovrebbe subire una
TornaSu