Renzi nel collegio Nord Ovest per le elezioni europee. La grande sfida. Gadda: Serve un centro riformista e popolare

9 Ottobre 2023
Lettura 2 min

A livello nazionale è candidato alla presidenza il senatore Matteo Renzi, che oggi lancerà al teatro Parenti di Milano alle ore 21 la sua candidatura nel collegio Nord Ovest alle prossime elezioni europee.

Mancano pochi giorni all’election day del 15 ottobre, dove Italia Viva rinnoverà i ruoli di coordinamento politico ad ogni livello territoriale. Alla presidenza provinciale varesina è stata presentata la candidatura unitaria di Salvatore Reina, assessore a Saltrio, a quella regionale del già senatore milanese Roberto Cociancich. A livello nazionale è candidato alla presidenza il senatore Matteo Renzi, che oggi lancerà al teatro Parenti di Milano alle ore 21 la sua candidatura nel collegio Nord Ovest alle prossime elezioni europee.

“Il congresso è un’occasione preziosa di coinvolgimento degli iscritti – così Maria Chiara Gadda, deputata varesina e presidente regionale uscente di Italia Viva – ma è soprattutto motivo per ribadire che le ragioni che ci hanno portato a fondare Italia Viva sono oggi più che mai valide. A distanza di un anno, il governo Meloni non è andato oltre gli spot e questa maggioranza divisa fa marcia indietro su tutto. A rimetterci la crescita economica del Paese che è al palo, e le famiglie. I migliori alleati della maggioranza sono sicuramente il PD di Schlein e il M5S di Conte, con le loro ricette populiste. Tra qualche mese si voterà per le elezioni europee, e Matteo Renzi è la persona giusta per dare una scossa forte in Europa con la nostra coalizione di centro riformista e popolare. Il mondo è in profonda evoluzione, e l’Europa è troppo timida in politica estera e talvolta persino masochista se si pensa al rapporto con le imprese e le grandi sfide sociali. Ho cercato di guidare al meglio il partito regionale durante la pandemia, e le ultime elezioni politiche e regionali ci hanno dato soddisfazioni. A Varese abbiamo eletto il nostro consigliere regionale Licata, e il nostro gruppo di amministratori locali è cresciuto. Ho deciso di non presentarmi perché bisogna sempre promuovere il ricambio nella classe dirigente. A Varese, Salvino Reina potrà contare sul mio sostegno e sono contenta che si sia messo a disposizione, perché ha dalla sua la concretezza dell’amministratore locale e la passione per la politica”.

Ed è proprio raccogliendo l’invito di diversi militanti di IV e amministratori locali, che Salvino Reina ha dato la propria disponibilità a candidarsi alla Presidenza di Italia Viva – Provincia di Varese. Direttore di un’agenzia interinale in Svizzera, ma anche assessore da due anni al Comune di Saltrio, dove vive. È iscritto ad Italia Viva sin dalla sua nascita e ha partecipato attivamente alla sua crescita, con ruoli all’interno del Direttivo provinciale. Tra le proposte del documento programmatico depositato a supporto della sua candidatura a presidente provinciale, trovano spazio i nodi economici e sociali legati al territorio, ma anche l’organizzazione di una scuola di formazione politica provinciale, e la necessità di continuare il percorso finora fatto in provincia con gli amministratori locali e i civici che hanno a cuore il buon governo del territorio.

“Il sostegno unitario alla mia candidatura – dichiara Reina – mi motiva a lavorare per rafforzare il radicamento del partito, e per mettere al centro le istanze del nostro territorio. Sono un amministratore locale, e vedo ogni giorno le problematiche dei singoli comuni che con risorse scarse devono dare risposte ai bisogni crescenti dei cittadini e persino fronteggiare gli effetti dei cambiamenti climatici e del dissesto idrogeologico. La nostra è una provincia che tutto sommato funziona, con una buona capacità di fare rete tra imprese, terzo settore e istituzioni. Ma serve favorire il dialogo tra questi interlocutori e la politica, per costruire insieme una strategia di sviluppo adeguata ai tempi. Sanità, infrastrutture strategiche come Malpensa e trasporto pubblico locale, lavoro transfrontaliero, integrazione tra scuola e lavoro, sicurezza. Sono temi su cui ci faremo sentire e siamo già al lavoro anche per affrontare le prossime scadenze elettorali a partire dai numerosi comuni che andranno al voto il prossimo nove giugno”, conclude.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Corsica, autonomia possibile? Centro Studi Dialogo con il politologo Andrea Fazi

Prossimo Servizio

SBARRA (CISL): LA TRANSIZIONE ALL’ ELETTRICO SIA GRADUALE E SOSTENIBILE SOCIALMENTE

Ultime notizie su Elezioni

MACHIAVELLI – LA FRANCIA AL CONTRARIO

di Cuore verde – La Francia al contrario. Il partito che ha preso più voti, RN, è ultimo al ballottaggio. Mentre il presidente, capo del partito che ha meno voti, cerca di
TornaSu

Don't Miss