Bonomi, politica non ha più alibi. Le riforme vanno fatte

29 Giugno 2023
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Il presidente di Confindustria Carlo Bonomi è intervenuto al festival dell’economia di Trento.
Nel suo articolato intervento si è soffermato sulla necessità di vedere attuate le riforme che il paese aspetta da 30anni e che sono state solo timidamente abbozzate del governo.

La strada è «ancora lunga sulle riforme». Così il presidente di Confindustria Carlo Bonomi in collegamento con il Festival dell’Economia di Trento. Servono le «riforme che il Paese attende da 35 anni. Oggi – afferma Bonomi – le risorse per farlo ci sono e non ci sono più scuse», afferma, sottolineando che ancora «non si stanno affrontando quelle riforme che tutti noi auspicavamo che venissero affrontate senza indugio: la riforma della giustizia, abbiamo la delega fiscale che è un primo passo ma non è quella riforma fiscale organica che speravamo, una riforma del lavoro a 360 gradi concentrata sulle politiche attive, di cui non vediamo ancora traccia anche nell’ultimo decreto lavoro».

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

La fiducia a fasi alterne, ma le imprese vedono nero

Prossimo Servizio

Telelavoro frontalieri, Gadda (IV) “Dal governo e da Giorgetti, non abbiamo ancora parole e fatti chiari nonostante le promesse”

Ultime notizie su Economia

CNA: IL TAGLIO DEI TASSI NON BASTA ANCORA

di Gigi Cabrino – Gli imprenditori di CNA da tempo attendevano un’inversione di tendenza nella politica monetaria della BCE e il taglio dei tassi della settimana scorsa è stato accolto positivamente; tuttavia
TornaSu

Don't Miss