Trump pronto a ricandidarsi nel 2024, e lancia una sua piattaforma social alternativa a Facebook e Twitter

Lettura 3 min

L’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha fatto un implicito riferimento alla sua possibile candidatura alle elezioni presidenziali del 2024, affermando che i suoi sostenitori saranno “molto felici” della decisione che sta maturando da mesi. Intervistato da “Daily Wire”, in merito alla possibilita’ o meno che si ricandidi alla Casa Bianca nel 2024, Trump ha risposto: “Ne sarei entusiasta. Intendo fare un annuncio in proposito quando i tempi saranno maturi”. “Come sai, e’ ancora molto presto. Ma credo che la gente sara’ molto, molto felice quando faro’ un certo annuncio”, ha dichiarato l’ex presidente. Trump ha spiegato che “per ragioni di finanziamento delle campagne, non ci si puo’ muovere molto presto”: annunciare formalmente la propria candidatura alla Casa Bianca forzerebbe Trump a sottostare ad una serie di vincoli di trasparenza finanziaria e di spesa, che ne limiterebbero la capacita’ di raccogliere fondi. “Se cosi’ non fosse, credo potrei gia’ darti una risposta di cui saresti felice”, ha detto Trump alla sua intervistatrice, la nota attivista conservatrice afroamericana Candace Owens. “Tutto cio’ che posso dire per ora e’: ‘tenetevi pronti'”, ha aggiunto Trump.

Nel frattempo, come si apprende sull’Ansa, Trump lancia la sua piattaforma social. I suoi sostenitori potranno comunicare con l’ex presidente ed essere informati in tempo reale sulle sue posizioni e attività tramite il sito chiamato ‘From the Desk of Donald J. Trump’, dove saranno caricati anche video e comunicati. I supporter, una volta creato un account, potranno ricevere notifiche ogni volta che Trump posta un messaggio, con una modalità simile a quanto accade con altri social media. Presente anche un tasto con cui poter condividere i messaggi di Trump su Facebook e Twitter. 

 Trump è stato estromesso da Facebook e Twitter, che hanno cancellato il suo account dopo i sanguinosi fatti dello scorso 6 gennaio, quando i sostenitori dell’ex presidente hanno assaltato la sede del Congresso americano. Un’azione che, per molti, è stata istigata da Trump che poco prima aveva tenuto un comizio di fuoco. Per questo l’ex presidente è stato sottoposto a un secondo impeachment dal quale però è stato ancora una volta assolto.

    Una decisione dei vertici di Facebook è poi attesa nelle prossime ore: dovranno stabilire se riammettere Trump sulla propria piattaforma o prolungare il divieto. Twitter ha invece indicato finora come il suo bando nei confronti dell’ex presidente sia permanente.
   

Servizio Precedente

Berlino bandisce ong musulmana: finanzia terrorismo

Prossimo Servizio

Documenti falsi a migranti a Napoli: indagini dopo attentati Parigi. A capo dell'organizzazione due stranieri

Ultime notizie su Cronaca