Palamara al Congresso Grande Nord a Milano: “In magistratura manuale Cencelli, in Italia la legge non è uguale per tutti”

Lettura 1 min

di Max Rigano – Luca Palamara si presenta 30 minuti dopo le 16 allo Sheraton Hotel di Milano. Sale sul palco del Congresso di Grande Nord e afferma: “Un auspicio di cambiamento è quello che mi ha caratterizzato nella mia esperienza professionale (…) Come tutte le vicende umane e che hanno a che fare con la politica, riproducono su se stesse le vicende della politica. È giusto dirlo: la magistratura è una comunità composta da 10.000 magistrati che riflette un po’ la vita politica, sociale, istituzionale dell’Italia”.

“In magistratura, continua Palamara, c’è una parte più ideologizzata, quella che noi chiamiamo della sinistra giudiziaria, c’è poi una parte più attenta ai problemi del sindacato, e una parte che è moderata dall’interno (…)
A torto o a ragione l’orientamento culturale della magistratura parte dalla sinistra giudiziaria, che crea un cortocircuito anche nel rapporto tra magistratura e politica (…).
Qualcosa bisogna fare: ad esempio stabilendo come si vuole organizzare internamente la magistratura. L’autonomia e l’indipendenza viene organizzata oggi attraverso questi gruppo associativi, queste correnti, e le correnti determinano la vita della magistratura. Stabiliscono chi diventa procuratore della Repubblica, chi diventa Presidente del Tribunale e chi diventa consigliere superiore della magistratura”

Integrale dell’intervento a questo indirizzo:

http://ww.facebook.com/GrandeNordUfficiale/videos/2798814330424372

Servizio Precedente

ORRORE A BUCHA – Zelensky: Quello della Russia è genocidio sul popolo ucraino

Prossimo Servizio

Tribunale Aia: Entro fine anno possibile mandato di cattura per Putin e i suoi generali

Ultime notizie su Cronaca