Inchiesta Pivetti: gip non convalida sequestro di 4,5 milioni di euro

Lettura 1 min

ll giudice per le indagini preliminari di Milano Giusi Barbara, da quanto si apprende, avrebbe dato una lettura differente rispetto a quella del pm Giovanni Tarzia degli episodi contestati all’ex presidente della Camera Irene Pivetti e ad altre 6 persone, indagate a vario titolo per frode fiscale, riciclaggio e autoriciclaggio nella vicenda dell’acquisto delle scuderie automobilistiche Isolani da parte del gruppo Only Italia, riconducibile a Pivetti. Tra gli asset acquistati ci sono anche tre Ferrari Gran Turismo, che poi sono state cedute – per la procura solo sulla carta – a un imprenditore cinese. In particolare, il gip avrebbe inquadrato in maniera differente rispetto alla procura alcuni profili riguardanti l’esterovestozione dei profitti che avrebbe realizzato Only Italia con quelle operazioni. Proprio per questo il gip avrebbe deciso di non convalidare il sequestro di circa 4,5 milioni di euro a carico di Pivetti e di un suo consulente deciso dalla procura ed eseguito la scorsa settimana. Con ogni probabilità adesso il pm Tarzia impugnerà il provvedimento del gip davanti al Tribunale del Riesame.

Servizio Precedente

L'Ungheria non è Orban e Salvini

Prossimo Servizio

Salvini ammette: assemblea partito rinviata per super Green pass

Ultime notizie su Cronaca