Disastro treno, Procura iscrive due primi indagati: addetto Rfi e capocantiere sopravvissuto

1 Settembre 2023
Lettura 1 min

La procura di Ivrea (Torino) ha iscritto nel registro degli indagati il ​​primo nome per la strage ferroviaria di Brandizzo costata la vita a cinque operai travolti da un treno in transito. È quello di Antonio Massa, 46 anni, di Grugliasco (Torino) addetto di Rfi al cantiere in cui lavoravano le vittime della società Sigifer di Borgovercelli. Secondo l’ipotesi della procura avrebbe dovuto impedire agli operai di iniziare il cantiere in attesa del passaggio del treno che li ha travolti. 

C’è un secondo indagato per l’incidente ferroviario Brandizzo, nel Torinese, che l’altra notte è costato la vita a cinque operai. Si tratta di Andrea Girardin Gibin, 52 anni di Borgo Vercelli, capocantiere della Sigifer e collega delle cinque vittime. Salvo per miracolo, perché ha intravisto i fari del treno in arrivo ed è riuscito a spostarsi sul secondo binario. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Pil frena e Pnrr dà buca

Prossimo Servizio

Strage Ustica, l’ex presidente Amato: Francia chieda scusa per missile che colpì Itavia

Ultime notizie su Cronaca

Il balletto del Superbonus

Il decreto Superbonus, su cui il governo ha posto la fiducia al Senato, è passato con il voto a favore di tutti i gruppi di maggioranza. La fiducia è stata approvata con 101
TornaSu