Boccia: “Gesù Bambino può nascere anche due ore prima”

Lettura 2 min

di Stefania Piazzo – Resterà negli annali della politica e di questo 2020 la frase che il ministro per gli Affari Regionali ha pronunciato durante l’ultimo confronto con le Regioni. “Seguire la messa, e lo dico da cattolico, due ore prima o far nascere Gesù bambino due ore prima non è eresia. Eresia è non accorgersi dei malati, delle difficoltà dei medici, della gente che soffre. Questa è eresia, non facciamo i sepolcri imbiancati. Papa Francesco ha dato un esempio bellissimo a tutti nella scorsa Pasqua, a partire dalla Via Crucis. Il Natale non si fa con il cronometro ma è un atto di fede”.

Di certo Gesù nasce tutti i giorni e questo Boccia da cattolico lo sa bene. Però la coerenza viene prima di tutto. E la folla ammassata a ricordare la notte scorsa Maradona? E cosa farà il governo quando ci sarà un ramadan? Dirà con la stessa fermezza che possono farne a meno e anticipare? Perché il punto non è rifiutare di stare alle regole, ma avere regole di buon senso. Almeno il Natale, almeno la santa notte, dove non si corre il rischio dopo di andare a spritz o locali, ce lo potevano lasciare. Quelle due ore di coprifuoco faccio un po’ fatica a capirle, scientificamente parlando.

Ma lo Stato che ha cancellato le festività religiose e ha piuttosto provveduto a ripristinare quelle laiche, con le parate, che ne sa di senso religioso di una comunità? Hanno tolto spiritualità e pensano di sistemarla avanti e indietro come si attribuiscono i turni di una fabbrica. Hanno rimosso la festa del Corpus Domini però hanno inserito quella dell’unità d’Italia. Come se bastasse lo Stato a scandire i tempi della vita. Proprio non hanno imparato nulla. Poi hanno ripristinato il 2 giugno, la festa della Repubblica. Così si celebra lo Stato, le sue formalità, la sua struttura. Immutata e immutabile, centralista. Festeggiamo i ministeri, gli apparati che reggono la Repubblica, fondata sui partiti e su un parlamento privo di sovranità. Da parata dell’esercito a parata del sistema. Così forte e importante da celebrare prima se stesso che i santi. E pure Gesù.

Servizio Precedente

Sanità Veneta. Martini: "Perché zero tamponi Covid da inizio pandemia ai medici commissioni accertamento invalidità INPS-Verona? Dimenticati?"

Prossimo Servizio

Scuola, i governatori fanno muro contro il Governo: tornare in classe dal 7 gennaio 2021

Ultime notizie su Cronaca