Per ora le sanzioni fermano Mosca, ma nello spazio

Lettura 1 min

Roscosmos ha inviato un appello scritto ai partner del progetto della Stazione spaziale internazionale (Iss) affinché eliminino le sanzioni nei confronti della società statale russa. Lo ha annunciato sabato il direttore generale di Roscosmos Dmitry Rogozin, come riportato dalla Tass. Il capo di Roscosmos ha ricordato che i segmenti russo e americano della Iss sono interconnessi. Pertanto, il segmento russo è controllato dal Mission Control Center vicino a Mosca, attualmente sotto sanzioni, ed è proprio questo che assicura il mantenimento dell’orbita della stazione e la duplicazione dei sistemi di supporto vitale del segmento statunitense. Il rischio quindi è quello di un ammaraggio o di un atterraggio della navicella suo suolo terrestre. 

Servizio Precedente

Dopo il pediatrico, bombe sull’ospedale oncologico a Mykolaiv

Prossimo Servizio

Attesi nuovi attacchi a Kiev. La nuova minaccia di Mosca: Legittimo colpire convogli di armi per rifornire Ucraina. Nel mirino anche cittadini turchi a Mariupol. Attacchi proseguono durante evacuazione civili

Ultime notizie su Scienza