Lockdown per non vaccinati come in Austria? Galli: Non ci sono condizioni politiche anche se decisione ragionevole se quadro peggiorasse

Lettura 1 min

 “L’Austria ha circa un milione di abitanti in più rispetto alla Lombardia, per le sue dimensioni può permettersi anche misure anti-Covid più analitiche rispetto alle nostre, come l’esame sierologico che è sicuramente una misura avanzata e utile. E ha anche condizioni politiche che gli permettono di applicare il lockdown per i non vaccinati senza se e senza ma. L’Italia avrebbe più problemi per quest’ultima. Ma se la situazione andasse davvero peggiorando, come sta avvenendo in Austria, la decisione potrebbe anche essere ragionevolmente assunta”. Lo dice all’Adnkronos Salute Massimo Galli, già docente di Malattie infettive all’università Statale di Milano. 

Servizio Precedente

Vaccino ai più piccoli, anche se non a rischio: per proteggere gli anziani

Prossimo Servizio

Il sindaco di Gorizia: preoccupati per nuovo picco di contagi per manifestazione di sabato. Sarebbe stato meglio obbligo vaccinale

Ultime notizie su Scienza

E ADESSO IL VAIOLO

“A seguito della segnalazione di alcuni casi di Vaiolo delle scimmie in Europa, il…