Il Gioco dell’Oca Padana

Lettura 1 min

di Cuore Verde – Autonomia. I Fratelli d’Italia non hanno fretta. Ovviamente. A loro interessa il presidenzialismo tricolore. E’ doveroso ricordare che l’MSI, commemorato in questi giorni da taluni “patrioti”, a suo tempo votò contro l’istituzione delle Regioni. Mi domando sempre a che cosa dovrebbe servire questo “presidenzialismo” e, soprattutto, quale utilità pratica potrebbe avere per la Padania. Ma non riesco a trovare una risposta.

I “fratelli italiani”, dal loro punto di vista, hanno le loro buone ragioni per sostenere con vigore questa riforma costituzionale dal momento che, alle ultime elezioni, hanno letteralmente trionfato mentre i “salvinisti” hanno perso la metà dei voti rispetto alle elezioni del 2018.

I cittadini padani, nel frainteso gioco della rappresentazione delle parti contrapposte che ho già altre volte descritto, hanno votato per avere “più destra” rispetto a quella della Lega di Salvini che, fino a tre mesi fa, governava con Draghi, il PD e i Cinquestelle.

I Fratelli d’Italia, coerentemente, sono sempre stati all’opposizione. I cittadini padani, con il loro voto, hanno letteralmente spalancato le porte della Padania ai “patrioti” che, nel loro credo ideologico fondante, hanno il centralismo romano. Certo, in queste ore “si è definito il percorso tecnico e politico per arrivare, in una delle prossime sedute del Consiglio dei ministri, all’approvazione preliminare del disegno di legge sull’autonomia differenziata”, ma se questa battaglia politica fosse paragonabile al gioco dell’oca, in questo momento, direi che, ancora una volta, è capitata nella infausta casella “ritorna alla partenza”. Il Gioco dell’Oca Padana. 

In apertura il primo gioco dell’oca della Padania, attualmente ancora in vendita

Servizio Precedente

Ponti sul Po e navigabilità: Cecchetti, finalmente… Salvini ne parla

Prossimo Servizio

Autonomia in Consiglio dei ministri. E Crosetto rassicura: Critiche da chi non conosce il progetto

Ultime notizie su Opinioni