Unimpresa, MPS resti autonoma

8 Gennaio 2024
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Il 2024 dovrebbe essere l’anno dell’ uscita dello stato dal capitale di MPS ormai risanato.
Gli imprenditori di Unimpresa auspicano che la banca non venga ceduta ad uno dei grandi gruppi bancari per non aumentare le concentrazioni nel settore a danno della concorrenza.
«Il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, è fiducioso sulla possibilità che il 2024 possa essere decisivo per le nozze del Monte dei Paschi di Siena. Dal nostro punto di vista, quello delle piccole e medie imprese che ritengono indispensabile la più ampia concorrenza possibile fra le banche, pensiamo che Mps, ormai risanata e profondamente lontana dalla banca disastrata di qualche anno fa grazie al lavoro dell’amministratore delegato Luigi Lovaglio, possa restare autonoma, anche nell’orbita di quelle che un tempo si chiamavano partecipazioni statali.

La fusione con uno degli attuali, grandi gruppi bancari del Paese, come Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banco Bmp o Bper, invece, rafforzerebbe le attuali posizioni di forza di un attore del mercato con consequenziali danni per la clientela, sia famiglie sia imprese. Occorre a tutti i costi, nonostante i richiami della vigilanza della Banca centrale europea, evitare una eccessiva concentrazione del settore bancario italiano». Lo dichiara il presidente di Unimpresa, Giovanna Ferrara.

«Mi rivolgo, pertanto, al ministro Giorgetti, ma allo stesso tempo al premier, Giorgia Meloni, affinché si apprestino a trovare una soluzione equilibrata, nel rispetto delle norme europee, ma soprattutto nell’interesse della clientela e del tessuto produttivo italiano. Nonostante la scadenza di fine 2024, siamo certi che il governo sarà capace di negoziare con l’Unione europea un percorso alternativo a quello della privatizzazione obbligatoria e della vendita di Mps a un soggetto bancario. L’uscita dello Stato dal capitale della banca più antica del Mondo potrebbe essere deleteria, se non adeguatamente ponderata» aggiunge Spadafora.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Italia Viva al fianco di chi fa informazione libera. Agenzia Dire, Gadda: Governo deve subito convocare un tavolo”

Prossimo Servizio

Salvini, “Io non mi candido alle Europee. Mi piacerebbe Vannacci candidato”. E il generale: “Grazie, ci penso”

Ultime notizie su Economia

TornaSu