La Liguria autonomista e federalista nel libro Padania separatista

Lettura 2 min

di Roberto Gremmo – Nelle sue 386 fittissime pagine, il volume “Padania separatista” dell”Associazione Gilberto Oneto” (info@associazionegilbertooneto.org) documenta per la prima volta le poco note ma avventurose vicende dei movimenti e gruppi autonomisti nati nel Nord Italia dalla fine dell’ultima guerra.

Proprio allora, remando controcorrente, uomini coraggiosi opponevano le ragioni dell’autogoverno dei popoli a quelle del centralismo degli Stati e il confronto politico si faceva acceso. In Liguria un ruolo di particolare rilievo lo ebbe da subito nel Ponente L”Unione Federalista Intemelia” capeggiata dal dottor Emilio Azzaretti che superava i nazionalismo e propugnava una collaborazione transfrontaliera con il Nizzardo, in una prospettiva federalista ed europeista. 

Al contempo, nello Spezzino prendeva vigore la rivendicazione della “Regione Lunense” chiedendo di riunire le popolazioni che in passato avevano formato il ducato parmense. Quasi a compensare queste spinte separatrici, il Novese rivendicava l’unione storica con Genova.

Questo fermento ideale non doveva far molta strada e il federalismo veniva prontamente bocciato dalla politica dei partiti, nessuno escluso, che comunque dovevano aspettare il 1970 per far nascere le Regioni, compresa quella ligure, dando un peso decisivo alla “Grande Zena”.

Tuttavia, si facevano strada nuove proposte federaliste, come quella dell”Alpazur” di Enrico Berio che sosteneva una stretta sinergia fra Imperiese, Cuneese e Alpi Marittime d’Oltralpe. Proprio per impulso di Berio verso la fine degli anni settanta nasceva a Cuneo la “Lega delle Alpi Occidentali” dalla breve ma significativa esistenza.

Nel 1988 L’autonomismo ligure faceva un altro piccolo passo in avanti quando usciva il primo numero del periodico “La Lega Ligure” di cui ero direttore responsabile ma anche questo tentativo durava poco perché prevaleva l’Union Ligure dell’ex dirigente del “Partito dei Pensionati” Ravera che portava alla confluenza nella “Lega Nord”. Mai scritta fino ad oggi, la storia dell’autonomismo ligure viene resa nota anche nei dettagli con questo libro della associazione presieduta da Daniela Piolini che non mancherà di stupire.

Servizio Precedente

VIDEO - Vespa a Porta a Porta: tamponi contati anche doppi non corrispondono a nuovi casi. E attacca Istituto superiore sanità: Dice cose sbagliate

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Burioni a Salvini: basta con giochi di parole

Ultime notizie su Cultura