Progetto “buon fine”. Iniziativa antispreco dona 1900 tonnellate di cibo

1 Febbraio 2024
Lettura 1 min

Sono andate a ‘buon fine’ 1900 tonnellate di alimenti che nel 2023 rischiavano di venire buttate, anche se erano buone e perfettamente commestibili. Sono infatti stato donato a 393 associazioni e realtà che le hanno utilizzato per garantire 10.500 pasti al giorno a chi ne aveva più bisogno grazie al progetto a buon fine di Coop Alleanza 3.0 contro lo spreco alimentare. In vista del 5 febbraio, giornata di prevenzione dello spreco alimentare, la cooperativa ha fornito i risultati dell’iniziativa che ha coinvolto 254 negozi, supermercati e Iper della cooperativa nelle otto regioni dove è presente, dal Friuli alla Puglia. Le referenze vicine alla scadenza o con dei piccoli difetti sono state prima messe a prezzi scontati dal 30 al 50% in un punto dedicato dei super, poi l’invenduto non ancora scaduto e perfettamente adatto ad essere consumato è stato donato alle realtà del territorio che assistono le persone che vivono in condizioni di disagio o si prendono cura di animali abbandonati.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Animali da compagnia, un mercato che fa girare 6,8 miliardi di euro

Prossimo Servizio

“L’assedio” dei trattori alle porte di Milano da giorni e in tutta Italia. “Zaia: Protesta condivisibile, politica europea fuori registro spinge verso controllo multinazionali”

Ultime notizie su Cronaca

Terzo mandato, fratelli coltelli

 Resta alta in maggioranza la tensione sul tema dell’ampliamento dei mandati per i governatori di regione, che la Lega vuole portare a tre, come previsto nei suoi emendamenti al decreto Elezioni, in
TornaSu