Monza in codice rosso, il Lambro fa ancora paura. Varchi ztl aperti per sicurezza. “Portate le auto lontano dal fiume”. Bomba d’acqua nel pavese

20 Maggio 2024
Lettura 1 min

Considerato l’avviso di criticità rosso emesso dal Centro Funzionale Monitoraggio Rischi Naturali di Regione Lombardia a partire dalla mezzanotte di oggi, il Comune di Monza, dove è riunito il Centro Operativo Comunale, ha attivato le misure previste dal Piano di emergenza comunale. In particolare, per consentire la messa in sicurezza delle auto a quanti risiedono nelle zone a rischio lungo il corso del fiume in città, i varchi ZTL verranno spenti a partire dalle 21 di questa sera: il suggerimento è quello di portare i veicoli lontano dalle vie adiacenti al fiume. Le squadre di volontari della Protezione Civile sono già in allerta e dalle ore 21.00 di questa sera cominceranno a dislocare transenne e barriere nei pressi dei posti di blocco, da attivare nel caso il Lambro superasse il livello di guardia durante le ore notturne. La Polizia Locale ha aumentato le pattuglie in servizio nella notte per coordinare le eventuali attività di emergenza legate alla viabilità. La situazione resta in continuo monitoraggio da parte del COC – il Centro Operativo Comunale – allestito dalle 17:30 di oggi presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale. 

 Una vera e propria bomba d’acqua è caduta oggi, nel primo pomeriggio, su parte dell’Oltrepò Pavese, causando danni e numerosi disagi. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire per mettere in salvo una donna di 74 anni, che era rimasta bloccata sulla sua auto in una strada, nel territorio comunale di Zavattarello (Pavia), invasa dall’acqua e dal fango in seguito ad uno smottamento. La 74enne ha chiamato il 112. L’anziana è stata fatta scendere dall’auto: per lei, fortunatamente, nessuna conseguenza fisica, a parte la comprensibile paura. I tecnici della comunità montana e la Protezione civile sono intervenuti per rimuovere sassi, detriti e fango dalla strada e consentire la ripresa della circolazione. Problemi si sono registrati anche in altre aree collinari dell’Oltrepò, in particolare nella zona di Golferenzo (Pavia) e Volpara (Pavia): acqua e fango hanno invaso le strade e anche alcuni vigneti.

credit foto frame da Local Team https://www.facebook.com/reel/1369921970358558

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Sempre meno giovani e quelli che ci sono vogliono lasciare l’Italia

Prossimo Servizio

UNIMPRESA, MANCANO 20 MILIARDI PER FARE QUADRARE I CONTI

Ultime notizie su Lombardia

TornaSu