PER CASAMICCIOLA DA DODICI ANNI TRE MILIONI E NEMMENO UN PROGETTO?

Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Ha fatto discutere la dichiarazione del ministro Pichetto Fratin che, provocatoriamente, riferendosi alla tragedia di Ischia, proponeva di arrestare certi sindaci.
Adesso, con maggiore calma, ritorna sul tema della valanga di Ischia in una intervista a Il Giornale.
Alcuni stralci possono ben rendere l’idea di come funzioni la burocrazia che fa disperdere milioni utilissimi per la messa in sicurezza dei territori.
“La tragedia di Ischia tocca almeno due grandi questioni: l’abusivismo e la lentezza esasperante delle procedure. Ho qui un documento del mio ministero che reputo sconvolgente: c’è scritto che il 12 novembre 2010 il governo Berlusconi assegnava alla Regione Campania 3 milioni e centomila euro “alla riduzione dell’erosione dell’erosione e di stabilizzazione dei versanti nel Comune di Casamicciola Terme”.
E continua, “dopo dodici anni non c’è nemmeno un progetto, non è che l’opera sia stata avviata, non c’è nulla di nulla.
C’erano norme così complicate da bloccare per tanto tempo la realizzazione di interventi indispensabili? C’era il timore di firmare un atto che poneva delle responsabilità? O forse c’è stata inerzia? Stiamo ricostruendo l’iter di questa storia disgraziata. Nel frattempo, ci sono stati non so più quanti governi, di diverso orientamento”.

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

Servizio Precedente

LA MACROREGIONE NORD OCCIDENTALE PARTE DALL’INDUSTRIA. NEL SILENZIO DELLA POLITICA

Prossimo Servizio

Pos, arriva il tetto dei 60 euro

Ultime notizie su Cronaca