Europei 2020 – Giocatori della Nazionale si inginocchiano per Black Lives Matter

Lettura 1 min

Quattro giocatori dell’Italia, per la prima volta in questo Europeo, si sono inginocchiati prima del calcio d’inizio della partita contro il Galles in sostegno al movimento Black Lives Matter. Si tratta di Emerson Palmieri, Andrea Belotti, Rafael Toloi, Matteo Pessina e Federico Bernardeschi. Come già avvenuto nelle altre partite, invece, tutto il Galles si è inginocchiato prima della gara. 

 La Uefa sdogana quindi il gesto di inginocchiarsi per il Black Lives Matter.

“Non mi sono ricordato in quel momento – ha ammesso a fine match Pessina in conferenza stampa – ma poi mi sono reso conto e un secondo dopo l’ho fatto anche io”. Altri invece non hanno aderito come Donnarumma, Bastoni, Bonucci, Verratti, Jorginho e Chiesa. Anche altre nazionali si sono divise sul tema, a un Belgio compatto in ginocchio corrisponde una Russia rimasta tutta in piedi. I francesi invece hanno cambiato idea dopo le proteste sollevate dalla destra. Anche sul gesto degli Azzurri, i social si sono divisi tra favorevoli e contrari. Tra chi chiede la gogna mediatica dei sei che non si sono inginocchiati, e chi invece al contrario definisce “eroi” gli azzurri che lo hanno fatto. 

Servizio Precedente

Indulto ai catalani, "decisione sarà politica". Martedì la svolta

Prossimo Servizio

Variante Delta, scarso controllo in Italia. Così si rischia di buttar via tutti i sacrifici

Ultime notizie su Cronaca