Balzo dei contagi in tutta Italia. Allerta per la Lombardia

Lettura 3 min

Balzo dei contagi in tutta Italia. Nelle ultime 24 ore sono 19.886 i nuovi casi di Coronavirus registrati da Nord a Sud, con 308 nuove vittime che portano il totale a 96.974 dall’inizio della pandemia. Notevole l’incremento dei positivi rispetto a mercoledì, quando i casi individuati erano 16.424. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 353.704 (e non 443.704 come apparso in un primo tempo nel bollettino del ministero della Salute), 13mila in più di ieri. Il tasso di positività, dunque, sale al 5,6%, con un incremento dello 0,8% rispetto a 24 ore fa. Non basta la campagna vaccinale, che pure procede bene, a frenare il contagio.

A preoccupare sono soprattutto le varianti di importazione del virus, che sembrano avere un ruolo importante nel contagio che continua a salire, secondo l’ultimo monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. La foto scattata dalla Fondazione Gimbe, se vista nel  dettaglio, ci racconta come nella settimana 17-23 febbraio 2021, rispetto alla precedente, ci sia stato un incremento dei nuovi casi (92.571 rispetto a 84.272, pari a +9,8%), a fronte di un numero stabile di decessi (2.177 rispetto a 2.169). Dopo 4 settimane di stabilità nel numero dei nuovi casi, fa notare il Gimbe, negli ultimi 7 giorni si registra “un’inversione di tendenza con un incremento che, a livello nazionale sfiora il 10%, segno della rapida diffusione di varianti più contagiose”.

E in 41 province l’incremento dei nuovi casi è superiore al 20%.Un dato preoccupante, per il presidente presidente della Fondazione Gimbe. “L’incremento percentuale dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente – dice – è l’indicatore più sensibile per identificare le numerose spie rosse che si accendono nelle diverse Regioni”. Tra le situazioni sotto la lente di tecnici ed esperti, in particolare, quella dell’Emilia Romagna.

Il Bolognese, ma non solo, è nel pieno del “terzo picco” della pandemia e “come per il circondario imolese”, da oggi diventati zona ‘arancione scuro’. Immediato lo stop delle elezioni in presenza, ad esclusione delle elementari. Anche per l’area metropolitana di Bologna si “valutano” misure più severe per contenere i contagi anche in considerazione della circolazione della variante inglese, ha annunciato l’assessore regionale alla Salute Raffaele Donini. Peggiora la situazione anche in Toscana, con Siena e Pistoia che da sabato saranno in zona rossa e diverse scuole diventate focolai nel Grossetano.

Allerta alta anche in Lombardia, dove si sono registrati 4.243 nuovi casi – quasi un migliaio più 24 ore fa – di cui 200 ‘debolmente positivi’, e 44 morti. Eseguiti 51.473 tamponi (di cui 37.202 molecolari e 14.271 antigenici), con un tasso di positività dell’8,2%. Ben 1.072 i nuovi positivi in provincia di Milano con 409 i contagi in città, mentre in provincia di Brescia sono 973 e a Bergamo 329.

Servizio Precedente

Sottosegretario leghista all'Istruzione cita Dante. Ma è Topolino...

Prossimo Servizio

L'immunologa Viola: non è il momento di parlare di aperture

Ultime notizie su Cronaca