Zaia, vaccini? Per noi turista è sacro, anche se qualcuno si agita

19 Maggio 2021
Lettura 1 min

“Sulle vaccinazioni ai turisti qualcuno si è agitato, ma per noi il turista è sacro: il Veneto è la prima regione in Italia per il turismo, è il nostro petrolio”. Così il presidente della Regione Luca Zaia è tornato oggi nel corso del punto stampa sulle vaccinazioni per i turisti. “E poi non immaginiamo un assalto alla diligenza, ma se dovesse servire il vaccino al turista, noi ci siamo. E speriamo che a livello nazionale vengano eliminati tutti i paletti”. “Anche perché non mi sembra una cosa trascendentale. E non può essere certo il problema del Paese oggi quello delle vaccinazioni ai turisti -ha precisato ancora Zaia- quindi il Veneto dichiara che se ci mettono in condizione normativa di poterlo fare, noi ci adopereremo per fare il vaccino ai turisti”. Anche perché, ha continuato il governatore del Veneto, “i turisti vanno accolti a braccia aperte, dobbiamo tutelarli in tutte le maniere. Quante volte abbiamo parlato di vacanze sicure in Veneto? E poi ritengo che il vaccino sia un farmaco e quindi non penso che possiamo sottrarci a dare un farmaco, a fare il vaccino a chi ce lo richiede”. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

La procura di Agrigento archivia accuse contro Rackete: ha salvato vite umane

Prossimo Servizio

Ministro Bianchi, ancora e solo soldi per tempopienismo e sudismo, i due virus che hanno distrutto la scuola

Ultime notizie su Veneto

Maltempo, non è finita. Zaia: Non uscite di casa

 Questa mattina c’è stata un’attenuazione dei temporali, ma poi ha ripreso a piovere ei modelli previsionali dicono “che non è ancora finita”: in Veneto è atteso per oggi un nuovo bollettino “importante”
TornaSu

Don't Miss