Zaia su Draghi: “Non è unica soluzione costituzionale ma ci tocca, o si va al voto. Aspettiamo i progetti”

Lettura 1 min

“Le parole del Capo dello Stato sono state assolutamente una sorpresa, se vogliamo anche irrituali per noi cittadini, un discorso preciso e puntuale. Se oggi siamo in queste condizioni lo dobbiamo a una maggioranza che ha procrastinato questa agonia”. Lo ha affermato stamani il presidente del Veneto Luca Zaia. “Non lo dico – ha precisato, parlando ai giornalisti – perche’ sono dall’altra parte della barricata. Abbiamo perso tempo utile, che in un periodo come questo è vitale. Vuol dire andare avanti con la ‘prima ridotta’. Il Capo dello Stato vede come unica soluzione l’incarico a Draghi, che non è l’unica a livello costituzionale. Ci tocca o si va al voto”.

“Penso che sia fondamentale ricordare che ci sono due fasi: la fiducia e la progettualita’. Noi siamo sempre responsabili ma non abbiamo la follia di andare sul crinale di un burrone quindi tutto dipende da cosa dira’ Draghi alle forze politiche. Ogni considerazione va espressa a fronte di progetti” ha concluso. 

Servizio Precedente

VIDEO - Draghi accetta con riserva. Iniziano le consultazioni

Prossimo Servizio

Il dilemma del Matteo lombardo davanti al voto su Draghi: lo appoggerà con Berlusconi?

Ultime notizie su Veneto