Zaia, in Calabria un Comune in dissesto ogni due. Autonomia necessaria per il Veneto

Lettura 1 min

 “In Veneto non c’è un Comune in dissesto. In Calabria – e non me ne vogliano i calabresi – uno ogni due. E non per colpa dell’Autonomia “. Lo ha affermato Luca Zaia, presidente del Veneto, a margine di un’inaugurazione a Codognè (Tv). Ai giornalisti che gli chiedevano se il Governo stava rispettando gli impegni sull’Autonomia , Zaia ha risposto di si. “L’ autonomia parte dal Veneto e non solo da quel 22 ottobre 2017, ma da molto prima. L’ Autonomia in Veneto dice che in questi 5 anni dopo il referendum, vedo che un Governo che è lì da quasi 100 giorni, è un Governo che ha portato nella manovra finanziaria un articolo che obbliga alla definizione dei Lep. Adesso c’è la legge di attuazione a Palazzo Chigi. Si dice che entrerà in Cdm e questo è assolutamente positivo, visto che è il percorso che deve fare questa legge – ha aggiunto Zaia -. L’ Autonomia non è la secessione dei ricchi, non è una messa in discussione internazionale, e chi lo dice non legge le carte, non rispetta la Costituzione, ma soprattutto si dimentica che Paesi che sono percepiti come grandi Nazioni – penso agli Stati Uniti o la Germania – sono paesi federali”. 

Servizio Precedente

Perché la bolletta al Nord costa di più?

Prossimo Servizio

La Lega e il ponte sullo Stretto: Si farà nonostante i contrasti al progetto

Ultime notizie su Veneto