Pfizer, efficacia scende entro sei mesi

Lettura 1 min

Resta altamente efficace pur scendendo di alcuni punti il vaccino Pfizer dopo la seconda dose. Nell’arco di sei mesi – si legge in uno studio internazionale – il siero anti Covid 19 passa da una protezione del 96,2% all’83,7%. da 7 giorni a 2 mesi dopo la seconda dose, l’efficacia era del 96,2%; da 2 mesi a 4 mesi, e’ stata del 90,1% e da 4 mesi al termine del follow-up di sei mesi e’ stata dell’83,7%. E’ quanto rileva uno studio internazionale pubblicato in preprint sul sito MedRxiv. L’efficacia del vaccino, rileva lo studio, ha raggiunto il picco del 96,2% durante l’intervallo da 7 giorni a 2 mesi dopo la seconda dose, ed e’ diminuita gradualmente all’83,7% da 4 mesi dopo la seconda dose al termine del monitoraggio dei dati, con un calo medio del 6% ogni 2 mesi. “E’ necessario un follow-up continuo – si legge nella ricerca – per comprendere la persistenza dell’effetto del vaccino nel tempo, la necessita’ di un richiamo e la tempistica di tale dose di richiamo”. 

Servizio Precedente

E' ufficiale, è quarta ondata. Vaccinazioni fermano varianti

Prossimo Servizio

Crisanti, vaccino non basta. Tornare a tracciare per uscirne

Ultime notizie su Scienza