Crisanti, vaccino non basta. Tornare a tracciare per uscirne

Lettura 1 min

“Le vaccinazioni” anti-Covid “non basteranno a bloccare il contagio” con la variante Delta di Sars-CoV-2 che corre. “In Inghilterra fanno un milione di tamponi al giorno e hanno un sistema di App che in qualche modo funziona, perché ogni giorno mettono in quarantena quasi mezzo milione di persone. E questo sta aiutando a contenere. E’ una strategia che funziona, lo sto dicendo da un anno”. A spiegarlo all’Adnkronos Salute è il virologo Andrea Crisanti. Le vaccinazioni, per il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova, hanno bisogno di essere aiutare da altri interventi.

“Da sole le vaccinazioni non bastano – ribadisce – tanto è vero che in Gb sono arrivati a 40mila casi” al giorno. “Ora sono scesi perché, da un lato, non ci sono più le scuole e gli Europei sono finiti, quindi si sono ridotte anche le occasioni di aggregazione. Ma quello che è entrato in campo in particolare è stato il sistema di tracciamento che hanno”, insiste. Il vaccino, sottolinea Crisanti, “si conferma protettivo dalle forme gravi per la maggior parte dei casi. Il quadro è questo: sicuramente i fragili vaccinati da più di 7-8 mesi sono a rischio, si infettano in maniera meno grave le persone che sono vaccinate, si infettano anche in maniera seria le persone che sono vaccinate con una sola dose”. 

Servizio Precedente

Pfizer, efficacia scende entro sei mesi

Prossimo Servizio

Biden, 100 dollari a chi si vaccina

Ultime notizie su Scienza