La sanità gira a vuoto. Carenze di organico crescono

20 Settembre 2023
Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – È un’analisi non certo entusiasmante che Gianluca Giuliano, segretario di UGL Salute, fa sui dati relativi alle assunzioni a tempo indeterminato di medici e infermieri nella sanità pubblica.
“Niente di nuovo dal fronte della sanità. Il Report che il Ministero della Salute ha reso pubblico sul personale in servizio per il SSN con contratti a tempo indeterminato presso le Asl e gli istituti di ricovero pubblici ed equiparati tra il 2019 e il 2021 dimostra che neppure l’emergenza covid è servita a dare impulso alle assunzioni per fronteggiare le croniche carenze d’organico” dichiara in una nota il Segretario Nazionale della UGL Salute Gianluca Giuliano.

“L’incremento è irrisorio e sconfortante – prosegue il sindacalista – perché si è passati da 603.856 unità del 2019, distribuiti tra operatori sanitari, tecnici ed amministrativi, ai 617.246 del 2021. Un quadro desolante con percentuali vicine allo zero per i medici e odontoiatri, parliamo di un misero + 0,17%, e poco più alte per gli infermieri che hanno visto aumentare i contratti a tempo indeterminato del 3,2%. Le conseguenze di queste politiche del passato sono sotto gli occhi di tutti, con un SSN che oggi arranca sempre di più non riuscendo a soddisfare le minime esigenze in termini di assistenza ai cittadini. Il Ministro Schillaci sta combattendo una dura battaglia per aumentare le risorse per la sanità in modo da poter avviare una nuova stagione con stabilizzazioni e nuove assunzioni. Ci preoccupa però verificare come dopo l’ottimismo di qualche mese fa, si era addirittura parlato di 4 miliardi per il 2024, all’approssimarsi della discussione sulla Legge di Bilancio il rischio che la sanità, nonostante gli sforzi del Ministro Schillaci, sia ancora la grande penalizzata aleggia nell’aria. Per rilanciare il SSN non basta inseguire la chimera del rafforzamento della medicina del territorio. Se non si fronteggeranno le carenze degli organici con una oculata programmazione e una conseguente massiccia campagna di assunzioni non potrà esserci futuro per la sanità italiana” conclude Giuliano.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Senza tribuna elettorale al carcere di Monza: digiuno a staffetta di 2 settimane 

Prossimo Servizio

Cna, le scelte incomprensibili della Bce: Tagliate le gambe alla crescita economica. La crisi tedesca non gli fa vedere la recessione che arriva?

Ultime notizie su Politica

Acqua: nel 2023 sparito un litro su cinque

di Gigi Cabrino – La siccità degli anni 2022 e 2023 continua a fare parlare, anche perché se il nord ha conosciuto periodi piovoso negli ultimi mesi non si può dire altrettanto

A Umberto Bossi il premio Rosa Camuna

Mercoledi’ 29 maggio, alle ore 17, a Palazzo Lombardia, in occasione della giornata in cui si celebra la “Festa della Lombardia”, verranno consegnati i ‘Premi Rosa Camuna’. Si tratta della piu’ alta
TornaSu

Don't Miss