Il ministro tedesco alla Sanità: In arrivo quinta ondata massiccia. Intanto Draghi non retrocede su tamponi d’ingresso

Lettura 1 min

In Germania è in arrivo “una massiccia quinta ondata” della pandemia di coronovirus a causa della variante Omicron. La previsione è del ministro della Sanità tedesco, secondo cui cui “dobbiamo presumere che l’ondata di omicron che stiamo affrontando adesso, e che secondo me non possiamo prevenire, porrà una sfida enorme ai nostri ospedali, alle nostre terapie intensive ed alla società nel suo complesso”. Una sfida maggiore di quelle che abbiamo visto finora, ha avvertito il ministro, citando quanto sta avvenendo nel Regno Unito.

Intanto il premier Draghi non retrocede sui tamponi d’ingresso dai paesi Ue anche sui vaccinati. Al vertice europeo la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha annunciato un accordo con Pfizer per avere in tempi rapidi 180 milioni di dosi di vaccini adeguati a combattere Omicron. Mentre Michel ha ribadito che per i singoli Paesi è “possibile” adottare misure aggiuntive, ma è importante anche che ci sia il necessario coordinamento a livello Ue.

Servizio Precedente

Galli: legare Green pass agli anticorpi nei guariti da Covid

Prossimo Servizio

Papa Francesco compie 85 anni: Ogni tappa della vita è occasione per sperare

Ultime notizie su Politica