“Se qualcuno muore pazienza”. Guzzini si dimette da Confindustria

16 Dicembre 2020
Lettura 1 min

 Domenico Guzzini si dimette dalla carica di presidente di Confindustria di Macerata, dopo la frase choc pronunciata l’altro ieri (“la gente e’ stanca e se qualcuno muore, pazienza) parlando della ricadute economiche della pandemia, per la quale si era scusato ieri e l’avvio di una procedura da parte di Confindustria Macerata. Le dimissioni saranno formalizzate in occasione del Consiglio direttivo di domani 17 dicembre. In lettera ai soci, il presidente di F.lli Guzzini dice di avere sbagliato: “mi dispiace anche per avere involontariamente coinvolto Confindustria. 

“Chi mi conosce sa quanto per me siano importanti e prioritari la salute, la famiglia e le persone. Per senso di responsabilita’ ritengo doveroso rassegnare le dimissioni da presidente di Confindustria Macerata che formalizzero’ in occasione del direttivo convocato per giovedi’ 17 dicembre”. Sulla vicenda era stata avviata anche una procedura al Consiglio etico da parte di Confindustria, un passaggio che preludeva a possibili sanzioni ad una moral suasion o ad un passo indietro da parte dello stesso Guzzini. Che oggi e’ arrivato.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Ipotesi zona rossa in festivi e prefestivi da 24 dicembre al 3-6 gennaio

Prossimo Servizio

Il Texas e altri 9 Stati fanno causa a Google

Ultime notizie su Opinioni

AUTONOMIA DIFFERENZIATA,  COMMEDIA E TRAGEDIA

di Raffaele Piccoli – Se non fosse  una quasi tragedia, l’autonomia differenziata sarebbe  una barzelletta, ma una barzelletta che non fa neppure ridere. Si è parlato sin troppo circa quanto accaduto alla
TornaSu

Don't Miss