Nessuna politica per il Nord. Dal combattente del mohito la continua distrazione di massa sui migranti

Lettura 2 min

di Roberto Gremmo – C’è nervosismo nella già potentissima Lega del capitano, perché si trova nella scomoda situazione di avere in tasca gli argomenti politici più efficaci e di non poterli usare.

C’è infatti in piena attività un governo meridionalista che una ne fa e cento ne pensa per imporre il privilegio del Sud e nessun albertistagiussanese può polemizzare, per non rischiare di perdere consensi nella terra promessa del mandolino e della pizza. Pensate che polemica: un ministro che apertamente ha la qualifica del Sud dichiara senza arrossire che vuole una “fiscalità di vantaggio” cioè una tassazione ridotta solo per mezza Italia e di fronte a questa sconcia ingiustizia il Capitanissimo non può dire niente e deve rifugiarsi nella frusta campagna contro i migranti per una furbesca distrazione di massa.

Riflettete sulla validità della protesta: un altro ministro, pardon una ministra vuole arruolare migliaia di insegnanti del Sud e paracadutarli nel Nord con concorsi sbrigativi per poi assumerli a tempo indeterminato e il leader del Papeete che potrebbe mettersi di traverso non può opporsi perché vuole ingraziarsi anche il precariato parassitario meridionale.

Tenete presente un fatto: i fondi europei saranno una boccata d’ossigeno e andrebbero ben usati, specie quelli per la salute ma il combattente del mohito deve mettersi di traverso perché ingabbiato dal suo sovranismo “straccione ed estremista” e non può chiedere, come sarebbe giusto, che i contributi vanno presi ma gestiti solo dalle regioni più colpite dall’epidemia, cioè a quelle del Nord martire, vittima e discriminato.

Ingabbiato dai suoi errori, il partito che fu già del Nord non può avere una politica popolare seria e concreta. Deve per forza limitarsi a dare spettacolo. Che vergogna.

Servizio Precedente

Verona, allerta per la piena dell'Adige

Prossimo Servizio

La lettera: se in Campania Salvini sta sotto il 5% si dimetta. Macroregione per il Nord, non ci interessa il reddito di cittadinanza

Ultime notizie su Opinioni