In Cina funziona già: diritti se ti comporti bene. Anche in Italia a breve la Pagella Sociale?

Lettura 2 min

di Luigi Basso – Un tempo si guardava alle tendenze in atto negli Stati Uniti per capire cosa sarebbe successo in Europa ed in gran parte del mondo: le classi dominanti, infatti, si muovevano nel solco indicato oltreoceano.
Oggi si deve guardare alla Cina per capire cosa accadrà nel mondo.
Questo cambio di prospettiva era in atto da tempo e la gestione della epidemia di Covid 19 ha solo reso evidente il predominio culturale cinese sulle elités europee.


L’ultima moda cinese che presto sarà copiata in tutto il mondo è la Pagella Sociale, una sorta di licenza a punti sempre in aggiornamento che permette di capire quali cittadini sono bravi e quali vanno invece sanzionati dal Governo.
Chi è ricco, paga i debiti regolarmente, guida senza infrangere il codice della strada, paga le tasse, avrà un punteggio che gli consentirà di svolgere una vita “normale”.
Al contrario, chi è moroso, gioca alle macchinette, fuma dove non può, non potrà accedere pienamente a molti servizi: non potrà prendere treni, bus pubblici, sarà penalizzato nelle graduatorie per ottenere sussidi, alloggi pubblici, mutui, e così via.


La Patente per chi si vaccina contro il Covid 19 sarà usata probabilmente come banco di prova per far accettare tra qualche anno la Patente Sociale, per renderla “normale”?
Qualcuno dirà che in Italia questo sarebbe incostituzionale, ma si tratta di una eccezione sciocca: la Costituzione in Italia è già stata materialmente abrogata.
La Pagella Cinese, piuttosto, pone un problema tecnico insormontabile, almeno in Occidente: chi gestisce le Pagelle, chi aggiunge e sottrae punti, da chi è controllato?
Chi controlla il controllore?
L’errore dell’Occidente è stato quello di credere che il proprio Style of Life fosse esportabile ovunque.
Mi pare che anche i cinesi siano caduti nella stessa illusione.

Photo by Nuno Alberto 

Servizio Precedente

Natale non per tutti. Senza regali 1 su 4

Prossimo Servizio

Secessione scozzese, l'ostacolo delle Isole Shetland sul cammino dello Scottish National Party

Ultime notizie su Opinioni