Berlusconi, Casini e il nuovo centro. Le anticipazioni della Nuova Padania un mese fa

Lettura 1 min

 di Stefania Piazzo – “Berlusconi e’ libero di incontrare chi vuole. Io pero’ non lascio l’Italia in mano a tre analisti dei giornali e mi metto con chi ha le mie stesse idee di futuro su lavoro, famiglia, energia. Con Mastella, Renzi e Casini ho poco a che fare”. Matteo Salvini lo dice a Radio 24. Il leader della Lega conferma poi di essere pronto ad accordi “con tutti coloro che si sentono alternativi alla sinistra. Non escludo nessuno, preferisco il gioco di squadra al gioco dei singoli”. 

Che dire? Lo avevamo detto? Eh sì. Berlusconi federatore? “Noi siamo sempre stati coerenti. Berlusconi è il fondatore ed è stato il federatore del centrodestra, che non avrebbe mai vinto senza di lui. A me non piacciono le polemiche. Tutti quanti dobbiamo a Berlusconi qualcosa, ha dato un ruolo importante alla Lega e Meloni con lui è stata ministro”. Lo dice il coordinatore e vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, a Skytg24.

Riproponiamo la nostra analisi. E buona domenica.

Servizio Precedente

Genova la Superba, vittima dell'avventurismo patriottico e non solo

Prossimo Servizio

Valanghe sulle Alpi, crescono le vittime

Ultime notizie su Opinioni