Covid Lombardia: 5 procure che indagano e 15mila morti. Ma Gallera: “Virus ha fatto emergere le nostre straordinarie qualità”

Lettura 2 min

Sono cinque le procure che indagano sulla gestione della pandemia lombarda: Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e Bergamo. La Lombardia con più di 15mila morti ha il record negativo di decessi e di contagi.

Ma sono confortanti le parole dell’assessore più noto di Lombardia.

“Quello che è capitato è stata una bomba atomica che è caduta sul nostro territorio, che ha evidenziato la fragilità dell’essere umano. Noi che stavamo ragionando su come sconfiggere il cancro attraverso terapie innovative che avrebbero consentito di arrivare a chissà quali traguardi, ci siamo trovati nudi di fronte a un virus che ha travolto e devastato soprattutto questo territorio”. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, partecipando all’inaugurazione del nuovo padiglione di terapia intensiva dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano.

“E’ stata dura – ha aggiunto Gallera -, ma non è finita assolutamente. Oggi sappiamo qual è il nostro nemico, a febbraio siamo stati presi alle spalle da tutto quello che è successo. Oggi sappiamo come si manifesta. Stiamo rafforzando il territorio e abbiamo rafforzato la sorveglianza”.

Gallera ha quindi sottolineato come “in un momento così drammatico sono emerse le nostre straordinarie qualità. Primo, i nostri pilastri della sanità: un sistema sanitario forte come l’ospedale Sacco che si è erto a baluardo in questa fase, con analisi, clinica e ricovero delle persone. Il nostro Sacco è stata una grande bandiera, che non a caso è stato oggetto di tantissime donazioni”. Il Sacco, ha concluso, “rimarrà un grande pilastro nella gestione del Covid e delle malattie infettive e sarà uno dei nostri grandi centri della pianificazione che stiamo facendo”.

Sul Sacco senza dubbio ci si può e deve contare. Come si può contare sul personale sanitario. Peccato per i medici morti, anzi, caduti, come scrivono sul loro sito dell’Ordine gli stessi professionisti. Peccato per i nonnini morti, ma erano già anziani. Dimenticato nulla, assessore?

Foto di Giorgio Trovato

Servizio Precedente

Ancora news "aggiustate" da parte dei professionisti dell'informazione?

Prossimo Servizio

Che bella l'operetta... La Principessa della Ciarda

Ultime notizie su Lombardia