Boccia: ” Regione Lombardia ha rettificato dopo i dati”. Ora chi paga l’errore?

Lettura 1 min

Questo sistema di monitoraggio ha salvato il paese. Siamo sotto l’1 di Rt, tutti gli altri paesi europei sono in difficolta’ e in ginocchio, hanno fatto due o tre lockdown, l’Italia invece regge”. Lo ha detto il ministro Francesco Boccia intervenuto alla trasmissione di Rai 3 Titolo V.

“Il meccanismo con cui si alimentano i dati e’ molto rigoroso, le zonizzazioni ci hanno fatto evitare il lockdown. Alcuni italiani fanno piu’ sacrifici di altri e per loro intervengono i ristori”. Poi sul caso della Lombardia finita erroneamente in zona rossa: “La settimana scorsa la Regione Lombardia ha inviato i dati all’ISS e questa settimana la Regione ha rettificato i dati. Succede, ma ho visto che si e’ fatto fatica ad ammettere la rettifica dei dati. E’ tutto agli atti ed e’ in una relazione cristallina dell’ISS. Sono al servizio della Lombardia da 11 mesi, vorrei che tornassimo alla leale collaborazione. Quando c’e’ un errore puo’ essere fatto in buona fede, poi ci si assume le responsabilita’. La Lombardia andra’ in zona arancione perche’ i dati sono migliorati. Per fortuna da questi dati sono scaturite restrizioni e non allentamenti”. 

 Infine su chi paghera’ l’errore alle attivita’ rimaste chiuse: “I ristori arriveranno a chi e’ rimasto chiuso a causa della zona rossa. Se ci sono strutture che ritengono di aver avuto piu’ danni faranno le loro richieste”.

Servizio Precedente

Fedriga: Forte spinta centralista nel governo

Prossimo Servizio

Garante blocca accesso TikTok se non è certa età utenti

Ultime notizie su Lombardia