Recovery Sud. Draghi: Il Pil del Mezzogiorno sarà 1,5 volte l’aumento di quello nazionale

Lettura 1 min

Un libro dei sogni. Il recovery bacia il Sud e grazie a questa ricca messe di aiuti finalmente, secondo Mario Draghi, il Sud risorgerà per sempre e bagnerà il naso al resto del Paese.

Leggiamo e teniamo da parte per futura memoria.

“Stimiamo che l’incremento complessivo del PIL del Mezzogiorno negli anni 2021-2026 sarà pari a quasi 1,5 volte l’aumento del PIL nazionale. L’obiettivo è rendere il Mezzogiorno un luogo di attrazione di capitali privati e di imprese innovative”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante le comunicazioni in aula alla Camera in vista della trasmissione alla Commissione europea del Piano di ripresa e resilienza – Recovery plan. “La crescita del Mezzogiorno – ha aggiunto – rappresenta l’altro aspetto prioritario trasversale al Piano. Il potenziale del sud in termini di sviluppo, competitività e occupazione è tanto ampio quanto è grande il suo divario dal resto del Paese. Non è una questione di campanili: se cresce il sud, cresce anche l’Italia”. Draghi ha ricordato che “più del 50 per cento del totale degli investimenti in infrastrutture – soprattutto l’alta velocità ferroviaria e il sistema portuale – è diretto al sud. Gli interventi su economia circolare, transizione ecologica, mobilità sostenibile e tutela del territorio e della risorsa idrica destinano al Mezzogiorno 23 miliardi. A questi investimenti si accompagnano la riforma delle Zone economiche speciali e un robusto finanziamento della loro dotazione infrastrutturale”. 

Servizio Precedente

Scoppia “bomba” piano pandemico, Sileri: Ranieri Guerra (Oms) mi diceva che era stato aggiornato. Mio staff per di più non era pagato

Prossimo Servizio

Gli USA hanno usato un’atomica contro Putin?

Ultime notizie su Economia

 La prevenzione dello spreco di cibo come risposta allo scatto dell’inflazione: l’86% degli italiani si impegna