L’Europa prepara il piano per il razionamento del gas

Lettura 1 min

“Per far fronte a uno shock per la sicurezza dell’approvvigionamento del Gas“, quale un’interruzione della fornitura russa, “l’Ue dispone di strumenti, come i piani di emergenza nazionali, la cooperazione regionale rafforzata in materia di sicurezza dell’approvvigionamento e gli scambi regolari tra gli Stati membri e il Commissione nel gruppo di coordinamento del Gas. Anche gli accordi di solidarieta’ e il meccanismo di solidarieta’ previsto dal regolamento fanno parte degli strumenti per la sicurezza dell’approvvigionamento”. Lo scrive la Commissione europea nella bozza del piano Ue per l’energia, il RepowerEu, che verra’ presentato il 18 maggio e di cui l’AGI ha preso visione.

“Tuttavia, questi strumenti sono pensati per essere attivati in caso di emergenza per la sicurezza nazionale dell’approvvigionamento. In caso di ulteriori interruzioni del Gas che interessano piu’ Stati membri contemporaneamente, possono essere necessarie misure aggiuntive. Questi strumenti esistenti potrebbero essere utilmente integrati con un razionamento coordinato e una riduzione della domanda sulla base di principi a livello dell’Ue durante un’emergenza a livello dell’Ue in cui i mercati del Gas non corrispondono piu’ in modo ottimale alla domanda e lasciano la domanda residua insoddisfatta”, si legge ancora nella bozza. “Sulla base del principio di solidarieta’, dovrebbe essere presa in considerazione una riduzione della domanda di Gas negli Stati membri meno colpiti a vantaggio degli Stati membri piu’ colpiti anche nel caso in cui tale razionamento non sarebbe stato effettuato sulla base del piano nazionale di emergenza”, indica l’esecutivo europeo.

Servizio Precedente

Zicchieri, vicecapogruppo della Lega, lascia Salvini. Zenati, Forza Centro: Processo che continua...

Prossimo Servizio

Conte: Terzo e ultimo decreto per invio armi, contributo Italia deve finire qui

Ultime notizie su Economia