Già gli infermieri scappano all’estero, se poi il governo gli taglia anche le pensioni…

5 Novembre 2023
Lettura 1 min

“Arrivano in queste ore pericolose illazioni sull’articolo 33 della bozza della legge di Bilancio, che parlano di possibili revisioni della norma sulle pensioni solo per la dirigenza medica. Tutto sarebbe partito dalle recenti dichiarazioni del sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon. Cosa sta accadendo?”. Così in una nota Antonio De Palma, presidente nazionale del Nursing Up. “Secondo alcune interpretazioni che circolano nel mondo politico, riguardo al comunicato di Durigon- prosegue- lo stesso potrebbe svelare la malcelata intendendo di possibili revisioni dei tagli solo a favore della dirigenza medica”. Dunque l’ipotesi “nefasta” dei tagli delle pensioni con la riduzione delle aliquote di rendimento dei contributi versati tra il 1981 e il 1995 potrebbe rappresentare “una vera e propria punizione che il personale attualmente in servizio nella sanità pubblica non merita- sottolinea De Palma – con una perdita stimabile tra il 5% e il 25% dell’assegno pensionistico annuale, da moltiplicare per l’aspettativa di vita media”. Il presidente del Nursing Up fa sapere che i centralini del sindacato, da giorni, non smettono di squillare: “Gli iscritti ci chiedono se davvero saranno ‘toccate’ le loro pensioni. Vogliono lasciare la sanità italiana, vogliono fuggire all’estero, vogliono capire come andare prima in pensione. Ci auguriamo, allora, che di illazioni si tratti, e ci auguriamo di leggere, con urgenza, chiarimenti rassicuranti del governo sulla questione. Siamo stanchi degli illusionismi e delle promesse vane, quando nella realtà dei fatti rischiamo come sempre di incarnare ancora una volta il ruolo della ‘Cenerentola’ della situazione”.

credit foto vladimir-fedotov-YLmPK-XA1cM-unsplash

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Allerta arancione in  Emilia, Toscana, Friuli, Veneto e Liguria

Prossimo Servizio

Spagna – Negoziati per il nuovo governo di Sanchez tra socialisti e indipendentisti Junts

Ultime notizie su Economia

CNA: IL TAGLIO DEI TASSI NON BASTA ANCORA

di Gigi Cabrino – Gli imprenditori di CNA da tempo attendevano un’inversione di tendenza nella politica monetaria della BCE e il taglio dei tassi della settimana scorsa è stato accolto positivamente; tuttavia
TornaSu