Draghi, con sindacati verso pensioni flessibili ma non toccare sistema contributivo

Lettura 2 min

 “L’apertura dei tavolo coi sindacati sulle pensioni era un’intenzione manifestata da me gia’ un mese e mezzo, due mesi fa. I provvedimenti in tema di pensioni che il governo ha preso ora nella legge di Bilancio e altro erano provvedimenti di tipo transitorio per affrontare il prossimo anno, e quindi che ci fosse bisogno di una riforma piu’ ampia a me pareva normale. I sindacati hanno accolto questa proposta ed e’ per questo che il tavolo e’ cominciato”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la conferenza stampa di fine anno.

 Il premier ha spiegato i punti della riforma: “Le istanze che dovrebbe affrontare sono: primo, maggiore flessibilita’ in uscita; secondo, qualcosa su come si fa ad organizzare un sistema che garantisca un certo livello di pensioni per i giovani e soprattutto per coloro che hanno attivita’ precarie; terzo, cosa si puo’ fare per riprendere la strada sulla previdenza complementare; quarto, oggi chi va in pensione e vuole cominciare a lavorare in un altro posto e’ punito in una varieta’ di modi, quindi come si fa ad evitare che sia punito”. “Quindi, questi sono ii temi fondamentali in cui l’azione del Governo e certamente il mio impegno personale c’e’ completo, ma bisogna anche dire che il mio impegno e’ quello a mantenere un sistema che sia sostenibile”, ha osservato Draghi. Il mio impegno e’ per arrivare a un sistema che sia sostenibile. “Il continuo riformare il sistema pensionistico inietta – ha sottolineato – un’incertezza dei pensionati che hanno degli effetti negativi anche sulle loro abitudini di consumi e sull’economia. Dobbiamo dare certezza anche ai pensionati. Il vincolo e’ non rimettere in discussione la sostenibilita’ del sistema con il contributivo”.

Servizio Precedente

Lombardia più povera. Meglio di niente, tenta la Lotteria Italia

Prossimo Servizio

I partiti stoppano Draghi al Quirinale. Si sono accorti che uno non vale uno e che non sei capace solo perché sei pieno di like

Ultime notizie su Economia