Castelli: “Promossi e voti, le divergenze tra Nord e Sud. Lo notano Repubblica, Il Sole24 ore, Il Corriere, Libero… Ma la Salvini Premier no. Come mai?”

1 Agosto 2023
Lettura 2 min

I test governativi rivelano una diversa preparazione tra gli studenti del Nord rispetto a quelli del Sud, che però hanno voti più alti in sede di esame. L’analisi di Roberto Castelli, presidente di Autonomia e Libertà, nel link qui sotto.

https://www.facebook.com/NordAutonomiaeLiberta/videos/820512296355680

Vedi anche:

https://www.corriere.it/scuola/maturita/notizie/prof-bari-cento-lode-9b274158-2e12-11ee-a52d-5015ada51aef.shtml

Sul Sole 24 Ore del 31 luglio 2023:

Arriva la maturità e l’Italia dell’istruzione – che di solito vede il Sud primeggiare per povertà educativa (come raccontiamo nella pagina accanto) e dispersione scolastica sia esplicita che implicita (come ci ha ricordato l’Invalsi soltanto a metà luglio) – si guarda allo specchio, lo attraversa e alla maniera di Alice nel Paese delle meraviglie approda a una realtà completamente diversa. E per certi versi fantastica. Con il Mezzogiorno che eccelle per voti alti e 100 e lode e il Nord che segue …

Ancora, dal Corriere della Sera:

A ottenere la lode sono in totale 13.414 studenti, concentrati soprattutto al Sud. Le regioni che registrano il più alto numero di diplomati con lode sono la Campania (2620), Puglia (1964) e la Sicilia (1854). Al quarto posto il Lazio con 1.162. Numeri più contenuti in altre regioni: ad esempio in Calabria i promossi con lode sono stati 961, ma poi si scende decisamente su altre quantità in Lombardia (762), Piemonte (431), Emilia Romagna (690), Toscana (508), Veneto (529), Liguria (180) e Marche (421). Fanalino di coda la Valle d’Aosta (6), preceduta dal Trentino Alto Adige (74). Completano il quadro nazionale la Sardegna (248 promossi con lode), la Basilicata (128) come anche il Friuli Venezia Giulia, il Molise (101), l’Abruzzo (318), Marche (421) e Umbria (330). In percentuale, considerando il numero di studenti per regione, le regioni che registrano il più alto numero di diplomati con lode sono la Puglia e la Calabria (con il 5,6%). Seguono l’Umbria (4,7%), il Molise e la Sicilia (entrambe con il 4,2%)“.

Fonte

https://www.corriere.it/scuola/maturita/notizie/maturita-2023-meno-diplomati-lode-il-27percento-voti-piu-bassi-aumentano-60

Ancora il Corriere:

Il problema si è acuito negli anni della pandemia, con la didattica a distanza che ha mostrato tutti i suoi limiti. Ma il recupero fatica a manifestarsi. Alle superiori, secondo il rapporto Invalsi 2023, gli studenti che in italiano hanno raggiunto almeno il livello base sono solo il 51%. Percentuale che solo nel 2019 arrivava al 64%. Ma anche restando sui numeri, il quadro nazionale è tutt’altro che uniforme. Nello specifico delle Regioni, rispetto alla media dell’11,5% di giovani tra i 18 e 24 anni che ha conseguito la sola licenzia media, molto al di sopra si collocano la Sicilia (18,8%), la Campania (16,1%), la Sardegna (14,7%), la Puglia (14,6%), e la Valle d’Aosta (13,3%). Tutte le altre Regioni restano al di sotto della media nazionale: tra l’11% e il 10,3% Piemonte, Toscana, Trentino Alto Adige, Calabria e Liguria; tra il 9,9% e il 5,3% primeggiano Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Molise, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Umbria, Marche e Basilicata.

Ma c’è un altro dato che emerge, e che sembra stridere con questi aspetti: l’alta percentuale di cento e lodi, cioè di voti alti, alla maturità, nelle regioni del Sudsecondo i dati pubblicati dal ministero dell’Istruzione e del Merito la scorsa settimana, in percentuale, considerando il numero di studenti per regione, le regioni che registrano il più alto numero di diplomati con lode sono la Puglia e la Calabria (con il 5,6%). Seguono l’Umbria (4,7%), il Molise e la Sicilia (entrambe con il 4,2%)” (https://www.corriere.it/scuola/maturita/notizie/licenza-elementare-o-media-sono-sud-province-piu-basi-livelli-istruzione).

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Buon compleanno Svizzera. 732 anni di invidiabile federalismo

Prossimo Servizio

Non si può solo parlare di fatturato e di tasse. Ma i veneti conoscono la storia di Venezia? Capitale storica, città d’arte o parco a tema…?

Ultime notizie su Cultura

Maturità al via per mezzo milione di studenti

Al via oggi gli esami di maturità per 526.317 studenti, 512.530 interni e 13.787 esterni, che verranno esaminati da 14.072 commissioni, per un totale di 28.038 classi. Dai licei arriva il maggior
TornaSu

Don't Miss