Buckingham Palace esentato da leggi contro discriminazioni

Lettura 1 min

Buckingham Palace ha negoziato in passato delle clausole per esentare la regina e la famiglia reale dalle leggi che vietano la discriminazione in base alla razza ed il sesso nel Regno Unito. Lo rivelano documenti esclusivi ottenuti dal Guardian nell’ambito di un’inchiesta. Secondo il quotidiano britannico le clausole sono in vigore a tutt’oggi. I documenti rivelano anche che almeno fino alla fine degli anni 60 “immigrati o stranieri di colore” erano esclusi da ruoli ufficiali a Buckingham Palace. 

Photo by Mike Benna

Servizio Precedente

Funzionari di Polizia: E’ tempo di rivedere la legge sui pentiti

Prossimo Servizio

Nuovi poveri, la fame cresce di più al Nord

Ultime notizie su Cronaca