Arrivano 12mila femmine samurai!

Lettura 2 min

Tranquilli, non è una guerra. Semplicemente è arrivata l’autorizzazione ministeriale e la prossima settimana partirano i lanci delle vespe, ben
12 mila femmine samurai pronte per entrare in 40 siti trentini: in altre parole parte la più massiccia lotta alla cimice asiatica, parassita che ha creato ingenti danni alle colture.

L’immissione in deroga di Trissolcus japonicus, quale agente di controllo biologico della cimice asiatica, nelle regioni e province che ne avevano fatto formale istanza si dà avvio di fatto ai lanci del parassitoide. In Trentino avverranno ad opera della Fondazione Edmund Mach già la prossima settimana.
I rilasci della vespa samurai per contrastare la cimice asiatica partiranno nei prossimi giorni in oltre 40 siti trentini. Si tratta di un totale di 12.000 femmine, ovvero 100 femmine per ogni sito, che saranno immesse nell’ambiente naturale per tre volte a distanza di 20 giorni l’una dall’altra. Un’operazione preparata nel dettaglio dal gruppo di lavoro della Fondazione Edmund Mach da anni in prima linea per affrontare questa emergenza e che ora grazie all’apertura normativa che consente l’uso dei parassitoidi intravvede un concreto inizio, anche se per raggiungere una situazione di equilibrio ci vorrà qualche anno.


Gli ambienti identificati sono aree caratterizzate dalla presenza di colture agrarie (frutteti), margini boschivi e a ridotto input chimico che permetteranno alla specie antagonista di insediarsi nel territorio. I punti sono stati distribuiti in tutte le zone a maggior presenza della cimice asiatica, cercando di garantire rilasci in Val di Non, Piana Rotaliana, Val di Cembra, Val d’Adige, Valsugana, Vallagarina, Alto Garda e Valle Laghi.
L’attività di rilascio, che durerà un paio di mesi si inserisce nell’ambito dello specifico progetto per la lotta biologica SWAT, finanziato dalla Provincia autonoma di Trento, e che vede la collaborazione del Centro Agricoltura Alimenti Ambiente (UniTrento-FEM) che ha previsto nelle settimane scorse l’allevamento del Trissolcus japonicus specializzato nel parassitizzare le uova di cimice.

Qui sotto il link al sito dedicato alla lotta contro la cimice
https://lottabiologica.fmach.it

Servizio Precedente

Gli asintomatici non infettano. Poi l'OMS ci ripensa. Possiamo ancora fidarci di chi non aveva previsto la pandemia?

Prossimo Servizio

VIDEO / Saccheggi a Bruxelles alle boutique del centro storico

Ultime notizie su Cronaca